Grumello, la replica del sindaco ai commercianti: «Prioritarie sicurezza e vivibilità»

Grumello, la replica del sindaco ai commercianti: «Prioritarie sicurezza e vivibilità»

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Nicoletta Noris - sindaco GrumelloRespinge ai mittenti tutte le accuse Nicoletta Noris, sindaco di Grumello, la cui amministrazione è al centro della singolare protesta di questa mattina dei negozi del paese, promossa dal comitato “Vivi Grumello”, con serrata e annunci funebri che piangono la scomparsa del commercio locale.

Argomento del contendere la seconda tranche del restliyng dell’arteria centrale, via Martiri della Liberà e via Roma, che porterà al senso unico sulla direzione da Sarnico, deviando invece il traffico proveniente da Chiuduno. «Il progetto è noto da tempo – ricorda -, si tratta infatti della seconda parte di un intervento programmato già durante il primo mandato della mia Amministrazione, avviato con la sistemazione dell’area del supermercato Zerbimark. Ora non facciamo altro che proseguire, non si può certo dire, quindi, che per i commercianti sia una sorpresa. L’opera è stata presentata e discussa e il confronto c’è stato. I commercianti non si sono mai detti d’accordo e sono rimasti sulle proprie posizioni, sfociate in questa protesta ora che stiamo per dare il via al cantiere».

L’obiettivo del sindaco è mettere in sicurezza il centro del paese, allargando i marciapiedi e riducendo il passaggio delle auto, così da renderlo più vivibile e – perché no?-  attrattivo. «Chi proviene da Chiuduno sarà indirizzato verso la caserma dei Carabinieri e dovrà percorrere la strada parallela che corre dietro al comune. Così facendo troverà la comodità dei parcheggi della piazza del mercato, i 50 posti sotto la piazza e ulteriori 20 posti. Con il restringimento della carreggiata, il restyling prevede anche la realizzazione di 18 posti sulla via principale, proprio davanti ai negozi, quindi un vantaggio per le attività. Il doppio senso riprenderà all’incrocio con le vie don Luigi Belotti e Trento».

Se il timore dei commercianti è che i flussi vengano deviati, il primo cittadino rassicura. «Non stiamo mandando le auto sulla bretella – spiega -, le vie laterali permettono di reimmettersi senza difficoltà sull’asse centrale e a chi viene a Grumello per fare acquisti diamo molta più possibilità di sosta, sia per l’acquisto veloce sia per una più tranquilla passeggiata tra le vetrine».

Grumello Felice CommercioIn definitiva l’intervento può dare una mano al commercio. «Capisco che le novità possano spaventare – rileva Nicoletta Noris -, anche quando si è messo mano alla piazza le proteste non sono mancate ed oggi invece è una bella realtà. Noi abbiamo un mandato dalla cittadinanza che chiede più sicurezza e di vivere il centro in un altro modo e francamente ci sono tratti della strada veramente pericolosi che non potevano essere lasciati così. Pensiamo ai rischi e alle difficoltà per i passeggini o le persone disabili».

La protesta ha portato questa mattina i commercianti davanti al Comune e il sindaco li ha incontrati. «L’opposizione resta netta – ammette -, ma le idee alternative che hanno proposto, come un semaforo o un senso unico alternato, non sono percorribili. La prima creerebbe code, la seconda sarebbe pericolosa. Ciò che faremo è andare avanti per la strada che abbiamo scelto, mi dispiace che non sia stato compreso il senso del progetto».

E sul fatto di non aver comunicato alle attività i tempi del cantiere ribatte decisa: «Non l’abbiamo fatto perché non li conosciamo. L’avvio dei lavori è stato approvato ieri dalla Giunta e devono essere avvisati anche gli enti sovraccomunali. Non appena conosceremo i tempi informeremo le attività, le famiglie e gli automobilisti, segnalando anche le nuove opportunità di parcheggio».

Il via è comunque previsto tra venti giorni o poco più.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa