Contributi per le imprese che valorizzano il patrimonio storico

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde intendono dare sostegno economico a iniziative di valorizzazione, archiviazione e promozione del patrimonio storico e culturale aziendale sviluppato e fisicamente collocato sul territorio lombardo, finanziando le micro, piccole e medie imprese lombarde (MPMI) per realizzare progetti finalizzati a:
– far prendere consapevolezza del valore storico delle MPMI con attività ed esperienza imprenditoriale sul territorio di lunga durata;
– valorizzare le storie imprenditoriali di valore nell’interesse della collettività;
– sviluppare la cultura di impresa, favorirne la diffusione, conservazione e tutela;
– incrementare la fruizione degli archivi, collezioni e musei aziendali per renderli accessibili agli studiosi e al pubblico.

Chi può beneficiare dei contributi
Micro, piccole e medie imprese lombarde (MPMI) secondo la definizione del Regolamento UE 651/2014 aventi sede operativa in Lombardia.

Dotazione finanziaria
La dotazione finanziaria complessiva del bando stanziata dalla Regione è di € 320.000.

Caratteristiche dell’agevolazione
Il Bando finanzia, tramite contributi a fondo perduto nella misura massima del 50% delle spese ammissibili al netto di IVA.
I Progetti dovranno avere un valore minimo di investimento e spese complessivo di € 8.000,00 al netto di IVA e il contributo massimo concedibile per ciascun Progetto non potrà superare la somma massima di € 10.000.

Progetti finanziabili
I Progetti finanziabili con il presente bando devono rientrare nelle seguenti tipologie:
– Progetti di ARCHIVIO STORICO: progetti di ordinamento, digitalizzazione e schedatura del patrimonio storico aziendale.
– Progetti di VALORIZZAZIONE: pubblicazione parziale o totale dell’archivio storico (anche sul web), iniziative digitali, realizzazione di progetti editoriali, realizzazione di allestimenti museali, restauro.
– Progetti di PROMOZIONE: progetti specifici di promozione del patrimonio aziendale quali mostre, eventi, visite guidate, progetti editoriali, progetti formativi.

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda di contributo a valere sul presente bando.

Spese ammissibili e soglie minime e massime di ammissibilità

1. PROGETTI DI ARCHIVIO STORICO

Per i Progetti di Archivio storico le voci di spesa ammissibili – da dettagliare nel progetto presentato – possono essere relative a:
a. consulenze professionali (sino al massimo del 30% del valore complessivo del progetto) direttamente legate alla classificazione e archiviazione e/o studio;
b. ricondizionamento dei documenti;
c. spese di formazione (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto).
d. costo di uno schedatore direttamente imputabile al progetto;
e. acquisto di materiali per la conservazione di documenti e oggetti in archivio;
f. acquisto di strumenti e software specifici per schedatura del patrimonio storico aziendale.

2. PROGETTI DI VALORIZZAZIONE

Per i Progetti di Valorizzazione le voci di spesa ammissibili – da dettagliare nel progetto presentato – possono essere relative a:
a. la creazione o l’implementazione di un sito dedicato al patrimonio storico aziendale oppure di applicativi web e mobile attivi e funzionanti al momento della presentazione della rendicontazione;
b. riprese fotografiche, riprese video, lavorazioni e montaggi audiovideo (copia dei quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);
c. pubblicazioni (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto) relative al patrimonio storico aziendale (copia delle quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);
d. consulenze direttamente imputabili al progetto ad esclusione della sua stesura e presentazione (sino al massimo del 30% del valore complessivo del progetto);
e. restauro o potenziamento di parti di strutture museali eventualmente già esistenti;
f. interventi di restauro sul patrimonio industriale direttamente imputabili al progetto;
g. acquisto di attrezzature, impianti opzionali, finiture, arredi e dotazioni informatiche necessari alla realizzazione dei progetti.

3. PROGETTI DI PROMOZIONE

Per i Progetti di Promozione le voci di spesa ammissibili – da dettagliare nel progetto presentato – possono essere relative a:
a. attività di promozione e comunicazione del museo/collezione/archivio storico di impresa;
b. realizzazione di materiali promozionali direttamente imputabili al progetto (copia dei quali deve essere inviata nella rendicontazione finale);

c. attività di formazione (sino al massimo del 20% del valore complessivo del progetto) direttamente imputabili al progetto con evidenza del percorso scelto;
d. ideazione e realizzazione di visite guidate: creazione di percorsi, cartellonistica, organizzazione di navette/transfer che consentano al pubblico di raggiungere la sede dell’impresa, ecc.

Saranno ammesse a contributo le spese secondo le tipologie indicate, sostenute a partire dal 15 aprile 2019, data di approvazione della DGR XI/1545 e fino alla data di conclusione del Progetto.
I Progetti devono essere completati entro quindici mesi dalla pubblicazione del presente bando.

Come e quando si possono presentare le domande
Le domande di contributo devono essere presentate a Unioncamere Lombardia, esclusivamente tramite il Portale webtelemaco.infocamere.it a partire dalle ore 10 di giovedì 30 maggio 2019 e fino alle ore 16 di lunedì 16 settembre 2019.

Per avere informazioni e assistenza nella presentazione delle domande contattare Matteo Milesi – Sportello del Credito Fogalco al numero 035.41.20.210 – mail matteo.milesi@fogalco.it.

 

Copyrights 2006-2022 – Iniziative Ascom S.p.A. – P.iva e C.F. 01430360162