Sarnico Lovere Run, a correre è anche la solidarietà

Sarnico Lovere Run, a correre è anche la solidarietà

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Partenza slrunBuone notizie per le strutture ricettive. Per la «Sarnico Lovere Run», la corsa del Lago d’Iseo, ormai prossima alla linea di partenza, saranno più di 1000 i concorrenti che pernotteranno negli alberghi e b&b della zona, la maggior parte già esauriti da settimane. L’appuntamento si annuncia molto positivo anche per i ristoratori e i pubblici esercizi che nel weekend podistico saranno presi d’assalto.
La gara, alla quinta edizione, è in programma domenica 26 aprile e richiamerà sul Lago d’Iseo circa 3000 corridori, tra professionisti e appassionati da tutta Italia e dall’estero. La macchina organizzativa Poli-Gandaglia-Cassarino-Zana è al lavoro da mesi. Per la corsa saranno impegnati più di 300 volontari.
Anche per questa quinta edizione la corsa sarà abbinata alla causa della ricerca sulla Sindrome di Angelman. L’Associazione Angelman onlus sarà impegnata nell’accoglienza dei runners con oltre 50 volontari. Insieme alla corsa di 26 km torneranno la non competitiva di 6 km «Riva di Solto-Lovere» e la «Corsa dei bambini» con la regia di Gianni Poli e la collaborazione delle scuole, che si terrà invece il giorno prima, sabato 25 aprile, alla pista di atletica di Sarnico.

conferenza stampa slrun 2015
Un momento della conferenza

La manifestazione è stata presentata nei giorni scorsi all’Accademia Tadini di Lovere alla presenza del sindaco loverese, Giovanni Guizzetti, e degli assessori allo sport di Sarnico, Tavernola, Riva di Solto e Solto Collina. Unanime la soddisfazione da parte degli amminstratori di ospitare “un evento tanto di richiamo e prestigioso che dà finalmente grande visibilità al Lago d’Iseo e una spinta importante al turismo sebino”.

 

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa