“rEstate”, a Dalmine tre eventi in collaborazione con i commercianti

“rEstate”, a Dalmine tre eventi in collaborazione con i commercianti

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

DalmineTre giovedì, tre appuntamenti, tre serate imperdibili. Dalmine si veste a festa e per il mese di luglio regala ai suoi cittadini tre eventi che saranno raccolti nel festival “rEstate a Dalmine 2015” organizzato dagli assessorati al Commercio e alla Cultura del Comune in collaborazione con le attività commerciali.

Si parte giovedì 16 luglio con l’elezione di “Miss Dalmine”: in largo Europa le bellezze dalminesi sfileranno in cerca del pass per le finali regionali del famosissimo concorso nazionale che il prossimo 14 settembre incoronerà la più affascinante del Bel Paese a Jesolo.

La seconda serata una settimana dopo, giovedì 23 luglio, con lo show musicale blues & soul di Ronnie Jones & The Nine Lite, offerto da “Ronny Parrucchieri”, che si terrà in piazza Caduti 6 Luglio 1944. Giovedì 30 luglio la gran chiusura di “rEstate a Dalmine 2015” con il concerto‐spettacolo della Millennium Drum & Bugle Corps sponsorizzato dalle attività economiche di Opec Dalmine, che dopo l’esibizione in piazza Caduti 6 Luglio 1944 porterà il pubblico presente con una sfilata fino a largo Europa, dove si concluderà l’evento.

Le tre serate del festival dalminese, che prenderanno il via sempre alle 18 e che si chiuderanno a mezzanotte, non saranno solo sfilata di Miss Italia, concerto blues e show della Millennium Drum: in tutte le date, infatti, ci sarà la partecipazione straordinaria del “Mercatino delle Pulci” gestito da Venus Srl, che vedrà le proprie bancarelle di antiquariato, collezionismo e hobbistica allestite su tutto viale Betelli e su tutta via Mazzini insieme ad alcune attività commerciali dalminesi. Inoltre, in piazza Libertà e in largo Europa, saranno messi a disposizione i giochi gonfiabili per i più piccoli. “Questo è un buon esempio di sinergia e di collaborazione costruttiva – spiega l’assessore al Commercio del Comune di Dalmine Ciro Andrea Napoletano ‐. Il coinvolgimento e l’entusiasmo delle tante componenti del territorio può riuscire là dove da soli non ci si arriverebbe mai. Il compito più difficile come sempre è creare lo spirito giusto per fare squadra e questa di luglio vuole essere una prima importante occasione”.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa