1

Un braccialetto solidale per sostenere l’Ospedale di Bergamo

braccialetto-del-cuoreRegala un braccialetto con il cuore! Metà dell’incasso sarà devoluta alla raccolta fondi “Acceleriamo insieme Bergamo”, un progetto finalizzato a potenziare le attività del Papa Giovanni XXIII nella cura del tumore al seno con l’aggiornamento tecnologico dell’acceleratore lineare utilizzato nella radioterapia intraoperatoria IORT. L’iniziativa benefica nasce da un’idea di Agapanthus Gioielli, presente a Bergamo con un atelier in largo Belotti 1, dove dal 25 novembre al 13 dicembre si potrà acquistare un braccialetto con un ciondolo in oro giallo a forma di cuore, simbolo di generosità e anche del progetto ‘Acceleriamo Bergamo’ lanciato a settembre dall’associazione Cancro Primo Aiuto con la collaborazione dell’Associazione. Il “braccialetto del cuore” è fatto a mano dagli artigiani della Agapanthus Gioielli con il cuore in oro giallo montato su velluto elastico di colore blu tenue, perfetto per il regalo a una persona a cui si vuole bene e per un auto-regalo. Il prezzo al pubblico è di 50 euro, di cui la metà sarà devoluta all’associazione Cancro Primo Aiuto Onlus. Al di là del gesto, la disponibilità di soli 200 pezzi fa del “cuore contro il tumore” un oggetto esclusivo, da non perdere.

Agapanthus Gioielli ha inoltre deciso di devolvere al progetto il 10% delle vendite di qualsiasi importo realizzate nella gioielleria di largo Belotti  a Bergamo e di via Cerva 14 a Milano, nel periodo che va dal 26 novembre al 24 dicembre, per tutti gli acquirenti che diranno di essere venuti a conoscenza della proposta tramite l’associazione Cancro Primo Aiuto, l’Associazione Oncologica Bergamasca e l’Associazione Cure Palliative. Acquistata nel 2006 grazie alla generosità dei bergamaschi e al contributo della Fondazione Banca Popolare di Bergamo, la tecnologia IORT ha permesso di curare migliaia di donne e ha fatto del Papa Giovanni XXIII di Bergamo un centro di eccellenza nella cura del tumore al seno. L’usura e l’obsolescenza tecnologica del macchinario ne rendono necessario un aggiornamento tecnologico valutato in 500 mila euro, su cui la Direzione Sanitaria si è impegnata contando anche sul volontariato. Alla raccolta fondi “IORT per l’Ospedale di Bergamo” si può contribuire anche con donazioni sulla piattaforma di crowdfunding Kendoo.it e su due conti correnti dedicati:

UBI – Banca Popolare di Bergamo, sede di Bergamo IBAN: IT23E0542811101000000058540

Creberg, sede di Bergamo IBAN: IT32Z0503411121000000008872