Torna il Salone del Mobile e spegne dieci candeline

Torna il Salone del Mobile e spegne dieci candeline

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Con un layout espositivo elegante e funzionale, torna al Polo fieristico di Bergamo, per due week end lunghi di novembre (dal 17 al 19 e dal 22 al 25), il Salone del Mobile e del complemento d’arredo, l’atteso appuntamento dedicato a uno dei settori merceologici d’eccellenza del nostro territorio.  Lo scorso anno i visitatori della manifestazione si attestarono a 40 mila unità. Gli espositori quest’anno sono una novantina e quasi 400 gli stand, numeri che confermano la validità dell’evento: un palcoscenico esclusivo per gli appassionati e i curiosi, per chi è in cerca di casa e di consigli per l’arredo o per fare un buon affare.
La manifestazione, organizzata da Promoberg, spegne quest’anno le sue prime dieci candeline, presentando come sempre le migliori proposte per arredare la casa. Massima qualità e costanti innovazioni da parte degli espositori per essere competitivi sul mercato e vincere la crisi. Confermati anche gli eventi collaterali, che fanno del Salone del Mobile anche un appuntamento formativo, culturale e artistico. L’appuntamento si ripresenta quale uno degli eventi del settore più importanti del Nord Italia, contraddistinto com’è dall’alta qualità dei prodotti, dall’attenta e accurata selezione espositiva, dalle diverse soluzioni innovative e concept abitativi.
Sui 13mila metri quadrati del Salone, saranno di scena una ventina di categorie merceologiche, che spaziano dalle cucine agli arredi bagno, dalla zona giorno all’illuminazione, dalla zona notte alla domotica, passando per il tessile, gli imbottiti, le opere artistiche e i complementi d’arredo. In un unico spazio moderno e funzionale, i visitatori troveranno il meglio della produzione legata alla casa. Non mancheranno le novità, all’interno di un settore in continuo fermento evolutivo. Inoltre, la presenza di decine di operatori diversi permetterà come sempre alle decine di migliaia di visitatori, di poter valutare e confrontare immediatamente le proposte più ottimali alle esigenze anche più particolari.
Oltre alla ricca parte espositiva, al Salone del Mobile di Bergamo ci sarà spazio, come da tradizione, anche per una serie di eventi collaterali di assoluto livello. Appuntamenti di rilievo che fanno della kermesse anche un appuntamento formativo, culturale e artistico. Tra gli eventi, che non mancheranno di raccogliere consensi tra il pubblico, evidenziamo gli show cooking, e le mostre di designer. Per tutti gli amanti del settore, e per chi è in cerca della soluzione ideale o dell’ultima novità, non resta che annotarsi in agenda già da ora l’appuntamento nel capoluogo orobico.
“Il Salone del Mobile – sottolinea il segretario generale della Promoberg, Luigi Trigona – si muove con novità, anticipazioni, innovazioni, che propone curiosità, nuovi modi per stare insieme, sotto il minimo comun denominatore del piacere di fare casa in una bella casa”. Un concetto, questo, della bellezza, che può essere assunto come slogan del Salone dove “realmente le aziende presenti tendono al raggiungimento di questo obiettivo e dove tutto ciò che è bello intrinsecamente ha anche una sua precisa funzionalità”. “Attento alle esigenze dell’abitare contemporaneo – aggiunge Trigona – il Salone, che dà spazio a soluzioni abitative tra le più raffinate ed esclusive, si pone come obiettivo di soddisfare un pubblico interessato, offrendo ai visitatori un’ampia panoramica sulle ultime tendenze di arredamento e design: un Salone dove tutto “fa casa” e che, di edizione in edizione, ha saputo ritagliarsi uno spazio di rilievo nel panorama fieristico italiano. Il nostro evento, così come tutte le manifestazioni da noi promosse, vuole offrire l’opportunità di poter visionare in un unico grande spazio funzionale, toccando con mano e confrontandosi con i professionisti del settore, proposte di alta qualità presentate in un contesto raffinato. Non a caso lo slogan coniato per questo evento recita: “eleganza e bellezza si fanno casa”, due tratti distintivi dell’assoluta qualità delle proposte. E’ importante – conclude il segretario generale – offrire ai visitatori la possibilità di potersi informare, valutare, confrontare e scegliere le soluzioni qualitativamente più elevate ed economicamente più interessanti. E di farlo in un contesto dove, come ormai sta diventando tradizione, il fattore espositivo si accompagna a quello attrattivo con un corollario qualificato di eventi ed iniziative collaterali, messe in campo anche quest’anno con la funzione di completare e diversificare la visita con un qualificato dentro il Salone”.
Gli orari del Salone del Mobile di Bergamo sono: giorni feriali, 18-23, sabato, 10.30-23: domenica, 10.30-20.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa