“Il buon cibo tra diritto, sostenibilità e sicurezza alimentare”, convegno in Città Alta

“Il buon cibo tra diritto, sostenibilità e sicurezza alimentare”, convegno in Città Alta

image_pdfimage_print

sala-curoQuasi un anno fa, il 22 gennaio 2016, il Comune di Bergamo ha dato l’annuncio della vittoria di un bando europeo, un finanziamento su progetti di sicurezza alimentare dell’importo di circa 130mila euro. Il nome del progetto europeo, che ha visto Bergamo partecipare con il suo Orto Botanico Lorenzo Rota insieme ai più importanti orti botanici d’Europa, è “The Big Picnic Big Questions engaging the public with Responsible Research and Innovation on Food Security”. Venerdì il progetto viene finalmente presentato alla città di Bergamo, in un pomeriggio di lavori alla sala Curò di Piazza Cittadella a Bergamo Alta organizzato dall’associazione Amici dell’Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota-Valle della Biodiversità e Aiga – Associazione Nazionale Giovani Avvocati, sezione di Bergamo, unitamente all’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”.

Il progetto internazionale, intende avviare un confronto tra le varie realtà europee (12 i paesi partecipanti) e uno africano (Uganda), con l’obiettivo di promuovere uno studio e un dibattito sull’alimentazione. La popolazione mondiale è in continua crescita e richiede una riflessione su quali strategie adottare nel futuro per far sì che tutte le persone possano avere accesso a un cibo sicuro e nutriente mantenendo però gli equilibri con la natura e i territori. Grazie alla collaborazione con Aiga Bergamo, l’evento italiano del progetto si propone anche, per la prima volta, di affrontare la tematica della sicurezza alimentare sotto il profilo giuridico e di analizzare la normativa, interna ed europea, con particolare riguardo all’etichettatura e tracciabilità dei prodotti, alle truffe di cui troppe volte il nostro paese è purtroppo vittima, con uno sguardo alla recente normativa italiana cd anti-spreco.

Gli enti che organizzano in sinergia l’evento, patrocinato anche da East Lombardy, dichiarano l’obiettivo di far sedere ad uno stesso tavolo a discutere di tematiche così importanti, del presente e del futuro, soggetti con diverse competenze, vale a dire botanici, avvocati, dottori agronomi, rappresentanti dei coltivatori diretti, imprenditori, ristoratori stellati, che utilizzano la sostenibilità e sicurezza alimentare quale leva di crescita. Verranno coinvolti a vario titolo, tra gli altri, il Comune di Bergamo con le sue istituzioni, l’Ordine degli Avvocati di Bergamo e l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di Bergamo, Coldiretti Bergamo, CESVI Onlus, LIONS CLUB Bergamo Sant’Alessandro, consulenti in materia di sicurezza alimentare ed etichettatura dei prodotti, Food Consulting e verrà svolta, prima del momento conviviale conclusivo, una riflessione sulle tematiche del convegno mediante la spiegazione del menu da parte di ISchool High.

Qui il programma completo