Estivi a Bergamo, Trucca e parco Goisis al via già da maggio. Per tirare tardi c’è l’area esterna al parco

Estivi a Bergamo, Trucca e parco Goisis al via già da maggio. Per tirare tardi c’è l’area esterna al parco

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

estivo spalto san michele rit

Due spazi in Città Alta e quattro in Città Bassa. Si riorganizza (leggermente) la mappa delle aree estive di ristoro e animazione a Bergamo. Il Comune ha infatti pubblicato il bando con le location designate e i requisiti per la selezione delle proposte, che dovranno essere presentate entro le ore 12.30 di martedì 11 aprile.

Città Alta perde un indirizzo, lo spalto di San Giacomo, e mantiene gli spalti di Sant’Agostino e di San Michele. «Una scelta – evidenzia l’Amministrazione – non solo per garantire una più omogenea distribuzione degli spazi estivi in città, ma anche per alleggerire il flusso di mezzi verso Bergamo Alta, venendo incontro alle esigenze dei residenti e dei commercianti del centro storico». Nei fine settimana, durante i quali sono attive le telecamere di sorveglianza degli accessi della storia ztl di Bergamo Alta, sarà confermata la possibilità per le moto di accedere a Bergamo Alta, per le quali lo scorso anno sono stati realizzati oltre 100 nuovi stalli di sosta. Nel contempo il Comune prevede di attivare una campagna di attenzione e controllo delle moto più rumorose e non omologate.

piazzale degli AlpiniIn Città Bassa, vengono confermati il Parco della Trucca, l’area verde esterna al Parco Goisis, che lo scorso anno ha raccolto un bel successo, e il chiosco all’interno dello stesso parco. Viene inoltre messo nuovamente a disposizione piazzale degli Alpini, «per il quale negli scorsi anni non si trovarono soluzioni idonee – rileva il Comune -, ma che ha dimostrato, tra lo scorso anno e quest’anno, con i diversi week end di street food e mercatini di Natale di richiamare molte persone».

Per ogni area sono state fissate specifiche indicazioni, tutte le proposte dovranno comunque offrire congiuntamente attività socio-animative (musica, teatro, cinema, danza, allestimento di spazi dedicati alla pratica sportiva, inclusi progetti specifici per bambini e per le famiglie nelle ore diurne); percorsi enogastronomici che promuovano anche le eccellenze alimentari bergamasche; attività benefiche (collaborando con associazioni riconosciute, comitati, fondazioni, società cooperative che operino nell’ambito dell’assistenza, della solidarietà, della beneficienza, della ricerca scientifica di particolare interesse sociale).

Tra i paletti posti dal Comune c’è l’obbligo per i gestori di assicurare un servizio di vigilanza, in particolare dalle 21.30 sino al termine della somministrazione, per l’ordinato svolgimento delle manifestazioni; l’utilizzo di stoviglie in materiali ecosostenibili (quelle di vetro o ceramica e le bottiglie di vetro possono essere utilizzate solo nelle zone ristorazione, fornite e ritirate direttamente dal personale di servizio); la presenza di strumenti per effettuare pagamenti elettronici (Pos fisici o borsellini su smartphone) e l’obbligo di accettare pagamenti elettronici indipendentemente dall’importo. È inoltre richiesta la disponibilità a collaborare su iniziative di sensibilizzazione promosse dall’Amministrazione comunale nei confronti dei giovani sul consumo di alcolici e la promozione di bevande analcoliche oltre che su iniziative a favore dell’integrazione sociale delle persone disabili. I programmi mensili dovranno inoltre essere comunicati agli uffici comunali che li inseriranno nel materiale promozionale di “Bergamo estate 2017”.

Ad ogni aera il proprio tema (e le proprie regole)

Parco della Trucca – dal 6 maggio al 30 settembre

Si privilegiano manifestazioni di genere vario rispetto agli eventi di carattere musicale. Visto che l’area si trova in prossimità dell’ospedale, le attività programmate non possono prevedere livelli di impatto acustico superiore a 55 dB. Le attività musicali o rumorose devono terminare alle 23.30. Alle 24 è invece previsto lo stop alla somministrazione di alimenti e bevande. Per ovviare al problema dei parcheggi, il bando chiede che l’operatore si convenzioni con la società che gestisce il parcheggio dell’ospedale Papa Giovanni XXIII per garantire posteggi gratuiti o a costo moderato ai propri clienti, secondo modalità concordate con l’Amministrazione.

Parco Goisis – dal 6 maggio al 30 settembre

Qui l’Amministrazione comunale fa spazio agli eventi di animazione culturale, ludica, di spettacolo e didattica per bambini, adolescenti e famiglie. Non sono consentite attività rumorose. Il termine delle attività è fissato alle 20.30, alle 21 la chiusura del parco. È possibile una deroga agli orari in occasione di manifestazioni programmate. L’immobile presente all’interno del parco, dotato di allacciamenti elettrici, bagni e allacciamenti idrici, può essere utilizzato come punto di somministrazione di alimenti e bevande.

Parco e spalto di Sant’Agostino – dal 2 giugno al 10 settembre

Sono privilegiate le proposte elaborate da raggruppamenti e reti di esercenti e commercianti che svolgono attività in Città Alta. Le attività socio-animative devono essere rivolte alle famiglie, con organizzazione di eventi mirati all’infanzia e all’aggregazione giovanile. Il termine delle attività musicali o rumorose e della somministrazione di alimenti e bevande è alle 24. Il soggetto a cui sarà concesso lo spazio dovrà corrispondere all’Amministrazione comunale un contributo per il rafforzamento del servizio di trasporto locale pubblico tra Città bassa e Città alta pari a 20 euro per ogni metro quadro di occupazione di suolo pubblico concessa, provvedendo ad uno specifico piano di comunicazione nei confronti degli utenti.

Spalto di San Michele – dal 2 giugno al 10 settembre

Anche per quest’area hanno priorità i progetti messi a punto dagli esercenti e commercianti di Città alta e le attività rivolte alle famiglie e all’aggregazione giovanile. Come per Sant’Agostino, i gestori sono tenuti a versare al Comune 20 euro per ogni metro quadro di occupazione di suolo pubblico concessa, come contributo per il potenziamento del trasporto pubblico e a realizzare uno specifico piano di comunicazione in merito. Le strutture dovranno inoltre sorgere ad almeno 10 metri di distanza dall’edificio sede del comitato permanente Luigi Veronelli e il camminamento esterno lungo lo spalto a ridosso delle mura venete dovrà essere adeguatamente delimitato da reti di protezione idonee a dissuadere/impedire il lancio di oggetti dallo spalto nelle aree private sottostanti. Tali reti devono essere posizionate in modo da non impedire il passaggio a coloro che percorrono il perimetro delle mura. Le attività e la somministrazione terminano alle 24.

Piazzale degli Alpini – dal 16 giugno al 10 settembre

Saranno premiate le proposte con una netta prevalenza di manifestazioni di carattere sportivo rispetto a quelle di carattere musicale. La chiusura è alle 24.

Area verde esterna al Parco Goisis – dal 2 giugno al 10 settembre

Nell’intento di decongestionare la movida di Borgo Santa Caterina il bando privilegia le proposte presentate da gruppi e reti di esercenti con attività nei quartieri limitrofi all’area, quindi Monterosso e, appunto, Borgo Santa Caterina. Sarà lo spazio estivo che potrà fare più tardi. Il termine della musica e delle attività rumorose è infatti fissato alle 24, mentre la somministrazione può continuare sino alle 2 da domenica a giovedì e sino alle 2.30 venerdì, sabato e prefestivi.

>>Qui il bando e i documenti per la presentazione della domanda

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa