Edilizia, in fiera gli Stati Generali per rilanciare il comparto

Edilizia, in fiera gli Stati Generali per rilanciare il comparto

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

edilizia - lavoro - progettiL’edilizia rappresenta storicamente una delle principali attività economiche del nostro territorio, un asset fondamentale per l’economia del prodotto interno e in chiave export, che è valso a Bergamo il titolo di “provincia più edile d’Italia”. La nostra provincia si qualifica, a livello europeo, come uno dei distretti più rappresentativi. Lo è per il fattore produttivo, ma anche e soprattutto per quello soggettivo che ingloba competenza e passione coltivate nei secoli. I bergamaschi sono, prima di tutto, costruttori dentro. Nonostante i 9 anni in cui il settore è stato messo in ginocchio, al 31 dicembre scorsoi risultavano iscritte alla camera di Commercio di Bergamo, con il codice Ateco corrispondente alla filiera, 21 mila imprese, alle quali si devono aggiungere ben 9.000 professionisti attivi. Il valore della produzione del comparto si attesta su 3,5 miliardi di Euro/anno. Numeri, quelli della nostra provincia, di gran lunga superiori a quelli generati in più Paesi europei. Questo patrimonio è oggi seriamente messo in discussione dalla più grave crisi strutturale del settore degli ultimi decenni. Abbiamo raggiunto la consapevolezza che un nuovo Rinascimento della filiera dipenderà dall’effettiva capacità di “cambiamento” da parte di tutti: dal singolo imprenditore alle associazioni, dal sistema bancario all’Università.

Rinascimento è una parola ambiziosa, evoca fasti antichi di bellezza e ricchezza, ma quello che conta è far rinascere almeno la speranza. Rinascimento significa mettere nel suffisso “ri” (ripensare, riqualificare, riprogettare, ristrutturare) la chiave di volta per una ri-generazione delle città e per una ri-vitalizzazione del settore. La nuova Giunta dell’Ente camerale, insediatasi nel 2015 ha istituito, a dicembre di un anno fa, il Tavolo dell’edilizia – tavolo di filera unico in Italia – composto da Camera di Commercio, Ance, Ordine degli Ingegneri, Collegio dei Geometri, Ordine degli Architetti, Collegio dei Periti Industriali, Ordine dei Geologi della Lombardia, Università degli Studi di Bergamo, LIA, Confartigianato, Compagnia delle Opere, CNA, Ordine Agronomi e Dottori Forestali.

Il Tavolo ha avviato sei gruppi di lavoro coinvolgendo circa 50 rappresentanti del mondo imprenditoriale, professionale, economico e accademico su diversi temi: Marchio e comunicazione – Analisi ricognitiva del territorio – Innovazione, ricerca e formazione – Credito e reperimento risorse finanziarie – Norme edilizie, urbanistiche, impiantistiche – Impresa e lavoro. Alla base del Tavolo per l’Edilizia c’è il Manifesto del Rinascimento Urbano, basato su forti principi ispiratori, temi chiave da perseguire e driver innovativi capaci di portare Bergamo a un nuovo livello nel settore dell’edilizia. Questo percorso nel suo complesso sta permettendo una ricognizione del settore a 360°, tale da rendere effettivo, su scala nazionale, il passaggio da “Capitale dell’edilizia” a “Capitale dell’innovazione edile”.

In quest’ottica di intenti fattivi e riflessioni corali si innesteranno, il prossimo 4 novembre, gli Stati Generali della Nuova Edilizia di Bergamo. Una giornata, al Polo fieristico, nella quale rimettere al centro la voglia di fare. Una manifestazione per un settore che intende trovare nuove visioni e nuovi approcci. Non il solito convegno, non i soliti discorsi, non la solita montagna di parole. Concretezza innanzitutto. Abbiamo pensato a un evento che possa fornire risposte ad alcune domande. Una giornata di lavoro nella quale costruire. Che cosa? Una rete di conoscenze, di saperi e di relazioni utili a tutti. Da possibili partner a modelli di business, dalle tecniche e tecnologie a contatti utili per finanziare l’impresa e le opere. L’appuntamento intende promuovere un nuovo modo di progettare e costruire basato sulla tutela dell’ambiente come bene primario. Un approccio possibile grazie alla sempre maggiore consapevolezza delle committenze pubblica e privata, alla ricerca del risparmio per gli utilizzatori e al perseguimento del miglioramento della qualità della vita.

Gli obiettivi che si intendono perseguire:

  • contribuire al rilancio della nostra economia
  • conoscere nuovi partner e nuovi modelli di business
  • tutelare il proprio lavoro e lo scambio economico tra i soggetti della filiera
  • condividere le prospettive del mercato con i protagonisti di ogni settore
  • sviluppare un modello sostenibile per tutti
  • intraprendere un percorso formativo e rilanciare la propria impresa

La giornata si aprirà con la tavola rotonda “Le nuove frontiere dell’edilizia” e la presentazione del “Marchio di Qualità dell’Edilizia Bergamasca”. Si tratta di un importante evento congressuale su temi cruciali sulla prospettiva del settore, con l’intervento di figure apicali della politica nazionale. Attesi, tra gli altri, il vice Ministro dell’economia e delle finanze Enrico Morando nonché il Presidente di Enea Federico Testa e i presidenti nazionali dei costruttori, dell’artigianato e delle professioni, esponenti di spicco del mondo bancario e universitario. Verrà inoltre presentato il marchio di qualità che segnerà l’avvio ufficiale di un processo virtuoso di certificazione volontaria rivolto all’intero comparto dell’edilizia e delle costruzioni. Il marchio intende rispondere in modo articolato e puntuale all’esigenza di unificare criteri e parametri di valutazione e certificazione delle costruzioni e di chi costruisce.

I LABORATORI, ALL’INSEGNA DELLA CONCRETEZZA E DELLA CONDIVISIONE

Sono previsti laboratori per approfondire e confrontarsi sulle tematiche di specifico interesse della filiera, la presentazione di buone pratiche e l’attenzione verso le startup.

  1. TRA IMPRESA E LAVORO

Un nuovo codice etico per gli operatori della filiera: tra certificazione professionale, affidabilità finanziaria ed etica dell’impresa

Coordinatore: Marco Amigoni, membro di Giunta della CCIAA di Bergamo

 

  1. PER UN’ACCADEMIA DELL’EDILIZIA

Formazione permanente per gli operatori della filiera ed integrazione di competenze tra i professionisti

Coordinatore: Maria Teresa Azzola, presidente CNA Bergamo

 

  1. ECOSOSTENIBILITÀ COME MOTORE DELLA RIPRESA

Fare edilizia nell’era dell’economia circolare, dalla progettazione alla costruzione

Coordinatore: Paolo Riva, professore ordinario di tecnica delle costruzioni – Dipartimento di Ingegneria e Scienze Applicate – Università degli Studi di Bergamo

Invitati:

  • Marco Caffi, direttore operativo del Green Building Council Italia
  • Roberto Lollini, European Accademy (EURAC) Bolzano
  • Claudia Terzi, assessore all’ambiente, energia e sviluppo sostenibile di Regione Lombardia

 

  1. COME FINANZIARE L’IMPRESA OGGI

Come reperire le risorse necessarie per finanziare le opere e l’impresa

Coordinatore: Alberto Capitanio, membro di Giunta della CCIAA di Bergamo

Invitati:

  • Renato Zanetti, responsabile crediti della Regione Lombardia Banca Intesa Sanpaolo
  • Luca Gotti, Direzione Territoriale Bergamo e Valli UBI Banca Popolare di Bergamo
  • Alessandro Ponti, amministratore delegato Harley & Dikkinson Finance
  • Gualtiero Baresi, membro di Giunta della CCIAA di Bergamo

 

  1. MAPPATURA DEL TERRITORIO

Prevenire e intervenire per risparmiare. Linee guida

Coordinatore: Emilia Riva, presidente Ordine degli Ingegneri di Bergamo

Invitati:

  • Claudio Merati, dirigente Ufficio Territoriale Regionale Bergamo

 

  1. BERGAMO R/GENERA

Motore per lo sviluppo del paese. Come rivalorizzare il patrimonio edilizio per renderlo redditizio.

Coordinatore: Marcella Datei, presidente Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Bergamo

Invitati:

  • Carlo Berizzi
  • Gianpaolo Gritti
  • Bruno Pesenti, Ats Bergamo

 

Al termine, sessione plenaria con breve sintesi dei lavori dei sei laboratori alla presenza del presidente della Regione Lombardia. Gli Stati generali della Nuova Edilizia sono organizzati dalla Camera di Commercio con l’Università degli Studi di Bergamo e le associazioni di filiera dei costruttori e dei professionisti, nell’ambito del Tavolo dell’Edilizia, istituito per valorizzare l’eccellenza dell’edilizia bergamasca e favorire il rilancio del settore.

La segreteria degli Stati Generali è a disposizione al tel. 035.3230.919, info@statigenerali.net. www.statigeneraliedilizia.com

 

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa