Confartigianato 
Bergamo, 
la solidarietà 
è senza 
confini

Confartigianato Bergamo, la solidarietà è senza confini

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Nuovi progetti umanitari per Africa Tremila, la Ong legata all’Associazione. Raddoppiati i fondi del “Progetto Maurella”, sostenuto con le donazioni del 5 per mille. Centurelli: «Un modo di operare basato sulla concretezza e sul desiderio di fare»

La cooperazione e la solidarietà in favore delle popolazioni a Sud del mondo crescono grazie anche al sostegno degli artigiani.
È un anno ricco di nuovi progetti per l’Associazione Africa Tremila, la Ong legata a Confartigianato Bergamo, che da molti anni la ospita nella sede di via Torretta. Attiva dal 1995 e riconosciuta organizzazione non governativa nel 2001, Africa Tremila ha realizzato molti progetti in campo sanitario, scolastico e artigianale, sia in Africa che in Asia e Sud America, collaborando con enti religiosi, istituzioni locali e altre associazioni di volontariato.
«L’affinità con il mondo dell’artigianato nasce dal fatto che anche il nostro modo di operare si basa sulla concretezza e sul desiderio di fare» spiega il presidente Mauro Centurelli, da gennaio alla guida dell’organizzazione dopo essere succeduto a Luciano Moscheni, che a sua volta aveva raccolto il testimone da Robi Spagnolo oggi presidente onorario. «I progetti che realizziamo – continua Centurelli – sono di piccola-media dimensione e sempre con tempi certi, perché mirati a dare risposte immediate ai bisogni ma anche perché possiamo gestirli con le nostre forze non avendo alle spalle strutture costose: nessuno dei nostri operatori, infatti, viene stipendiato e quindi ci affidiamo esclusivamente al volontariato e alla grande generosità dei nostri amici sostenitori».
Uno dei principali progetti che quest’anno impegneranno l’Ong bergamasca sarà la realizzazione di un ospedale nello Zimbabwe (si tratta del terzo dopo il padiglione per la cura del colera in Malawi e il presidio sanitario in Ladakh, India, per i profughi tibetani), con solo una ventina di posti di degenza ma molti ambulatori specialistici.
Uno dei fiori all’occhiello di Africa Tremila è poi il “Progetto Maurella”, dedicato alla memoria di Maurella Lecchi, per oltre vent’anni segretaria di presidenza di Confartigianato Bergamo e per cinque segretaria della Ong. Grazie ad esso, da sei anni vengono distribuite derrate alimentari in Africa, consentendo a migliaia di indigenti – molti dei quali bambini – di avere accesso ad un bene primario a loro spesso negato: il cibo. «Quest’anno – evidenzia il presidente – il progetto rilancia e cresce, con un investimento di circa 70mila euro, più del doppio rispetto agli anni precedenti. Oltre al Malawi e al Madagascar, dove siamo attivi da tempo, abbiamo esteso il raggio d’azione in Eritrea e in Kenya, nella difficile realtà dello Slum di Nairobi: un posto dove regnano livelli estremi di degrado, disperazione e violenza e dove, dopo tanta fatica, riusciremo a portare aiuto a tante famiglie». E proprio al “Progetto Maurella” anche quest’anno saranno dedicati i fondi che Africa Tremila riuscirà a raccogliere grazie alla generosità del 5 per mille (per chi volesse contribuire, il codice fiscale da indicare nella dichiarazione dei redditi è: 90011690162).
Un’altra frontiera che l’Associazione sta per varcare è il Congo dove, nella capitale Kinshasa, si doterà un ospedale di un ecocardiografo, si ristrutturerà un asilo e si ripristinerà la funzionalità del pozzo destinato a rifornirlo di acqua potabile. Mentre a Kikwit (540 chilometri dalla capitale), dove nel 1995 una grave infezione di ebola uccise centinaia di congolesi tra cui sei suore delle Poverelle, sarà realizzato un pozzo per l’acqua potabile all’ospedale gestito dalle religiose. «Il mese prossimo – conclude Centurelli – verrà deliberato dal Consiglio direttivo un progetto che sta molto a cuore a tutti noi: doneremo a duecento famiglie un asino e due capre ciascuna, in modo da consentire un minimo di sostentamento con il latte, l’avviamento di piccole attività di allevamento e di trasporto con animali, dando un piccolo ma importante contributo allo sviluppo economico».
Tutte le informazioni circa le attività di Africa Tremila sul sito:
www.africatremila.it

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa