Bergamo, tornano in strada 
gli Urban Steward

Bergamo, tornano in strada gli Urban Steward

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Offrono indicazioni sui musei, sui luoghi da visitare, sui parcheggi e sui servizi turistici. Il tutto con un sorriso, offrendo tutta l’assistenza possibile per la visita a Bergamo. Dopo il successo riscosso nel 2011 e nel 2012, tornano anche quest’anno, da maggio a settembre, gli Urban Steward che, con la loro professionalità e competenza, forti dei 37 mila contatti del 2012, hanno convinto il Comune di Bergamo a consolidare il servizio. Come gli anni scorsi, gli “assistenti turistici” contribuiranno a rendere il centro storico più amichevole ed ospitale, dispensando consigli e indirizzi giusti per musei, monumenti, spettacoli e shopping, favorendo così la visita alla città e l’orientamento di turisti nella ricerca dei luoghi di interesse artistico, culturale e commerciale.
Le coppie di Urban Steward saranno immediatamente riconoscibili grazie a cappellino, T-shirt, giubbetto e borsa personalizzati. Dispenseranno informazioni in inglese, ma anche in francese tedesco o spagnolo e, grazie alle Bergamo Card, consentiranno al turista l’accesso agevolato a servizi e musei. Inoltre, forniranno mappe e completeranno un kit per la rilevazione dei dati destinati all’indagine sulla valutazione del servizio offerto.
Saranno presenti lungo le strade più battute dai turisti da maggio a settembre, il sabato dalle 15  alle 18 e la domenica dalle 11  alle 14  e dalle 15  alle 18. Due operatori saranno presso la Stazione della funicolare bassa, uno presso il Largo di Colle Aperto e uno presso l’aeroporto. La novità di quest’anno saranno le biciclette: alla  Stazione della Funicolare Bassa e in Colle Aperto gli steward saranno dotati di una bici decorata con i loghi dell’iniziativa e con un bauletto contenente il materiale promozionale. Un modo per dire sì alla mobilità sostenibile, per incoraggiare all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata.
“Accogliere il turista con un sorriso, con un contatto umano, offrendogli la massima assistenza, è un ottimo biglietto da visita per la nostra città. – sottolinea Roberta Garibaldi delegata al Turismo del Comune di Bergamo –  Sebbene mappe e informazioni siano oggi affidate alla tecnologia, sono molti i turisti che apprezzano la possibilità di scambiare due chiacchiere, un sorriso, con i nostri steward e hostess urbani, che ringrazio per la professionalità e la sensibilità che dedicano agli ospiti della nostra città”.
E i numeri danno ragione a Roberta Garibaldi.
Il servizio nel 2012 è stato utilizzato da più di 37 mila visitatori, nelle strade del centro storico e nei luoghi più frequentati dai turisti, attraverso operatori addetti alla distribuzione della Bergamo Card (in particolare quella 24h realizzata nel 2012) oltre che di materiali e informazioni a city users (utilizzatori della città per studio, lavoro, turismo, servizi come la sanità) e cittadini. Complessivamente in 4 mesi sono stati registrati 37.376 contatti, con il picco a settembre di 14.975 contatti.
I sei Steward, divisi in 3 coppie, hanno espletato il loro servizio il sabato dalle 15 alle 18 e la domenica dalle 11 alle 14 e dalle 15 alle 18 principalmente nelle zone attorno alla stazione ferroviaria, nei pressi della Funicolare Bassa, presso la stazione della funicolare in Piazza Mercato delle Scarpe fino a Colle Aperto, passando per Piazza Vecchia. Dal primo weekend di agosto, in sostituzione della postazione presso la stazione ferroviaria è stata attivata una postazione presso l’Aeroporto di Orio al Serio.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa