Alberghi, 
le istruzioni 
per la comunicazione 
on line 
degli alloggiati

Alberghi, le istruzioni per la comunicazione on line degli alloggiati

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Nella Gazzetta Ufficiale n. 14 del 17 gennaio 2013 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dell’Interno 7.1.2013 “Disposizioni concernenti la comunicazione alle autorità di pubblica sicurezza dell’arrivo di persone alloggiate in strutture ricettive”. Come è noto, il Decreto Legge 201/2011 (convertito nella legge n. 214/2011) ha apportato sostanziali modifiche alla disciplina di registrazione e notifica dei dati dei clienti alloggiati in albergo. Il nuovo testo dell’articolo 109 del Tulps, a seguito delle modifiche introdotte, non prevede più l’obbligo di compilare e far sottoscrivere ai clienti la scheda di polizia. Prevede inoltre che la comunicazione delle generalità delle persone alloggiate sia effettuata avvalendosi di mezzi informatici o telematici e non più con la consegna delle schede cartacee. La comunicazione va effettuata entro 24 ore dall’arrivo dei clienti direttamente alla Questura in via telematica; in caso di clienti che alloggiano per una sola notte, l’invio deve essere il più tempestivo possibile. Per fornire agli albergatori le informazioni necessarie per la richiesta delle credenziali e per la gestione del servizio, Ascom ha organizzato un incontro la scorsa settimana, cui hanno partecipato i dirigenti della Questura di Bergamo, Ismaele Gatti, sostituto commissario, e l’ispettore capo Michele Emma. Per richiedere le credenziali bisogna collegarsi allo Sportello virtuale della Questura di Bergamo. I moduli e le istruzioni sono riportati nella sezione Servizi -Sportello Virtuale presente nella homepage del sito della Questura http://questure.poliziadistato.it/Bergamo. I moduli per la richiesta e l'autorizzazione possono essere scaricati ed inviati all'indirizzo mail upgaip.quest.bg@pecps.poliziadistato.it, allegando: fotocopia della licenza di esercizio ricettivo/alberghiero; fotocopia documento d’identità del titolare della licenza. La Questura provvederà a generare ed assegnare le credenziali di accesso – username e password – che unitamente alle istruzioni per la trasmissione dei dati, dovranno essere ritirate dagli esercenti personalmente o tramite un rappresentante munito di delega e fotocopia del documento del titolare della struttura. All’atto del ritiro dovrà essere consegnato l’originale dell’istanza in duplice copia, fotocopia della licenza e di un documento di identità; una copia dell’istanza, debitamente vidimata, verrà restituita per ricevuta. Terminata positivamente la procedura di accreditamento sarà possibile operare la trasmissione dati direttamente dalla propria struttura ricettiva, attraverso il sito https://alloggiatiweb.poliziadistato.it. A garanzia della trasmissione, il sistema rilascerà una ricevuta elettronica consuntiva delle registrazioni effettuate. Si ricorda che gli albergatori sono tenuti a conservare per 5 anni le ricevute di trasmissione dati. Sul nuovo adempimento pende il ricorso della Federalberghi che il 20 marzo ha impugnato presso il Tar del Lazio il decreto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici della Questura: 035/276581 – 035/276558 – 035/276527 dalle ore 9 alle ore 13 dal lunedì al venerdì.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa