“Al bar scelgo io”: tovagliette-menù in simboli in 42 pubblici esercizi di Osio Sotto

“Al bar scelgo io”: tovagliette-menù in simboli in 42 pubblici esercizi di Osio Sotto

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Ritorna la campagna ‘Al Bar scelgo io’ con le tovagliette ‘parlanti’ in simboli. Dopo aver debuttato in 60 locali di Bergamo due anni fa, l’iniziativa a partire da maggio torna nei pubblici esercizi di Osio Sotto.
L’iniziativa prevede la realizzazione e distribuzione nei pubblici esercizi di Osio Sotto di tovagliette- menu in simboli che aiuteranno i bambini – e in generale le persone con disabilità cognitiva e di comunicazione – a fare le proprie ordinazioni in autonomia. 
La campagna è promossa da Ascom Confcommercio Bergamo, Comune di Osio Sotto e Acea -Associazione commercianti e artigiani di Osio Sotto in collaborazione con Associazione Angelman onlus e con il patrocinio di ARMR – Fondazione Aiuti per la Ricerca sulle Malattie Rare onlus e Fipe- Federazione Italiana Pubblici Esercizi.
Le tovagliette, realizzate in carta, saranno stampate in 4 mila copie. Saranno consegnate gratuitamente ad ogni locale aderente assieme a una vetrofania da apporre sulla vetrina.
L’obiettivo della campagna è rendere la pausa al bar un momento di inclusione e allo stesso tempo sensibilizzare le persone sul tema delle disabilità cognitive. 
Pensata per i bambini e i ragazzi affetti da autismo e da altre patologie, come la Sindrome di Angelman, la tovaglietta rappresenta è uno strumento utile anche per i bambini in età prescolare e per i bambini e ragazzi stranieri. 
“Al bar scelgo io” coinvolgerà 42 pubblici esercizi, dei quali 27 locali e 15 ristoranti. L’adesione è gratuita. È sufficiente compilare il modulo sul sito www.ascombg.it, dove si può scaricare anche il regolamento.
L’iniziativa è aperta a tutti i locali che vogliono dare un’attenzione in più alla propria clientela. Per aderire basta compilare il modulo  scaricabile qui

La tovaglietta è realizzata in Comunicazione Aumentativa Alternativa, un approccio clinico adottato con i bambini e le persone che hanno difficoltà a comunicare verbalmente, per autismo, sindrome di Angelman e altre disabilità cognitive. I piatti e le bevande sono rappresentati, oltre che dal nome alfabetico, da illustrazioni semplici e colorate. 
Sulla tovaglietta sono riportate inoltre le espressioni e richieste più frequenti: ‘basta’, ‘ancora’, ‘mi piace’, ‘non mi piace’, ‘aiutami’, ‘bagno’, ‘per piacere’, ‘grazie’.

Il progetto ‘Al Bar scelgo io’ è stato premiato da Confcommercio nel 2016 tra le iniziative più innovative realizzate per i locali; nello stesso anno è stato adottato e promosso a livello nazionale dalla Federazione Italiana Pubblici Esercizi – Fipe.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa