9coop, 
l’impegno 
per il sociale 
va anche 
“Oltre l’ostacolo”

9coop, l’impegno per il sociale va anche “Oltre l’ostacolo”

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

La cooperativa di Morengo, impegnata nel settore dell’assistenza infermieristica, ha creatoun contenitore di iniziative in cui far incontrare solidarietà, beneficenza e temi sociali 

Batte forte il cuore sociale della cooperativa «9coop» di Morengo, una realtà ormai radicata sul territorio la cui attività principale va oltre la gestione diretta dell’assistenza infermieristica all’interno di strutture sanitarie della provincia. La cooperativa sociale, aderente a Confcooperative Bergamo, da tempo è infatti impegnata a portare avanti il progetto «Oltre l’ostacolo», un contenitore di iniziative in cui solidarietà, beneficenza e temi sociali si incontrano perfettamente come spiega il presidente Gianluca Solitro: «Da quando è stata fondata nel 2006 a oggi la nostra cooperativa è riuscita a realizzare numerose iniziative sociali e diversi progetti internazionali. Anche se operiamo in campo medico-sanitario, infatti, le nostre radici si fondano su uno spirito sociale e per questo nel 2010 abbiamo creato un contenitore di progetti per contribuire all’educazione sanitaria e per affrontare temi delicati della comunità».
Con «Oltre l’ostacolo» è così iniziata un’escalation di eventi teatrali, culturali, sportivi e scientifici con lo scopo di reperire risorse economiche per finanziare corsi di primo soccorso gratuiti nelle scuole di prima infanzia, educando le maestre e i genitori presenti sulle principali tecniche di rianimazione cardio-respiratoria e sulla disostruzione delle vie aeree. «Ad oggi abbiamo formato circa 22 asili e organizzato 10 eventi che ci hanno visto protagonisti nella sfera del sociale – continua il presidente -. Tutte iniziative che possono essere approfondite sul sito www.9coop.it e che rappresentano un valore aggiunto per la nostra cooperativa e per la comunità». Un impegno per il sociale che va oltre i confini provinciali e nazionali: «Con l'istituzione Sacra Famiglia abbiamo avviato una collaborazione solidale ai nostri principi etici e morali per portare avanti due progetti in Africa – spiega Solitro -. Il primo è “Uno sguardo verso il futuro", con cui ci impegniamo a donare visite oculistiche e occhiali ai bambini della scuola in Congo, mentre con il progetto “Goccia di vita” l’obiettivo è realizzare un pozzo d'acqua in Congo».
L’area infermieristica – Al sociale si affianca all’attività principale della cooperativa che interessa la professione infermieristica a trecentosessanta gradi, dalle prestazioni più specialistiche come quelle di sala operatoria ed emodinamica, a quelle di pura assistenza al paziente in case di riposo senza trascurare quelle della sicurezza sui luoghi di lavoro. L’attività di maggior risalto per la 9coop è la gestione infermieristica e socio assistenziale della Pma (Procreazione medicalmente assistita) presso la clinica Humanitas di Rozzano, dove la cooperativa coordina anche la gestione della sala operatoria di urologia. Dal 2009 la cooperativa ha avviato poi una collaborazione con la Fondazione Angelo Custode di Bergamo, coordinando il personale infermieristico presso la Residenza Sanitaria Disabili Michael di Bergamo. «La nostra espansione infermieristica ha trovato terreno fertile anche nell’area domiciliare con la gestione delle cure palliative in collaborazione con l’Ich di Rozzano – spiega Solitro -. Inoltre, negli ultimi anni, sempre all’Ich di Rozzano abbiamo iniziato l’esperienza di gestione diretta della terapia sub-intensiva postchirurgica di neurochirurgia. L’ultimo recente successo sul nostro territorio, infine, viene dalla gestione diretta del reparto di degenza del piede diabetico presso l’Ich Gavazzeni di Bergamo affiancata dall’unità operativa di emodinamica per la cura e il trattamento della stessa patologia».

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa