Via Tre armi, partono i lavori. Strada chiusa fino a maggio

Via Tre armi, partono i lavori. Strada chiusa fino a maggio

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

via Tre ArmiDal 15 febbraio prenderanno il via i lavori di rifacimento del muro di cinta in via Tre Armi, la strada che costeggia le Mura veneziane a partire dal viadotto di San Giacomo fino all’intersezione con via Borgo Canale. I lavori comporteranno l’interruzione della viabilità nella via fino al 7 maggio prossimo: a residenti e autorizzati sarà comunque possibile accedere da valle attraverso via S. Alessandro sino all’altezza del civico 9/B, sarà possibile raggiungere il civico 11 provenendo da Largo di Porta S.Alessandro. Si procede quindi alla sistemazione del muro di cinta crollato alcuni mesi fa in seguito a uno smottamento: il progetto di rifacimento è stato approvato nell’estate del 2015. I lavori, assegnati con un ribasso poco superiore al 20% sulla base d’asta, saranno eseguiti dalla ditta Baronchelli Costruzioni Generali Srl di Milano.

Non si tratta dell’unico intervento previsto e assegnato nello stesso appalto: altri interventi su muri di cinta di importanti “vie del verde” della città di Bergamo seguiranno quello di via Tre Armi, come quelli di consolidamento e messa in sicurezza di tratti di cinta muraria e sistemazione della pavimentazione stradale in via San Vigilio e in via Vetta. Tutti e tre gli interventi hanno un valore complessivo di circa 400mila euro e si concluderanno intorno alla fine di giugno 2016.  Tutti i nuovi parapetti saranno realizzati con “Pietra di Credaro”. “Abbiamo attivato diversi cantieri in questi giorni – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla – tra Celadina (dove siamo al lavoro sullo spazio Hobbit e si sta demolendo l’ex macello), via Borgo Palazzo (con la messa in sicurezza dell’attraversamento che unisce i due tratti di tram&bike), la scuola Munari a Redona e il completamento del Centro Diurno Integrato del Villaggio degli Sposi. I lavori, che vengono avviati su alcuni dei percorsi più belli della nostra città, rientrano nel piano strutturale di valorizzazione delle cosiddette “vie del verde”, con un investimento annuo, come previsto dal Piano delle Opere Pubbliche, di mezzo milione di euro su scalette e percorsi sui nostri colli. Ritengo l’intervento su via Tre Armi il più importante tra i tre che andremo a completare entro l’estate 2016: si tratta dell’unica via cittadina che costeggia le Mura veneziane, la strada dalla quale è possibile ammirare al meglio la maestosità della cinta muraria di Bergamo Alta. Credo che ciò sia un passaggio significativo nell’ambito delle iniziative di valorizzazione del patrimonio murario nell’ottica della candidatura UNESCO.”

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa