La Lombardia vara l’Anno del Turismo, fondi e progetti per il rilancio

La Lombardia vara l’Anno del Turismo, fondi e progetti per il rilancio

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Prenderà il via il 29 maggio, giorno della “Festa della Lombardia”, “l’Anno del Turismo Lombardo”, iniziativa voluta da Regione, per valorizzare e aumentare l’attrattività del territorio, con un investimento complessivo di 60 milioni. «Durante questi 365 giorni – ha spiegato il presidente della Regione Roberto Maroni -, si alterneranno tante iniziative importanti, come quelle legate al Giubileo, la riscoperta delle “vie della Fede”, come la via Francigena che non ha nulla da invidiare al famoso cammino di Santiago, o i Sacri Monti. Ma anche i percorsi che scoprono le nostre bontà enogastronomiche, che verranno coordinati dall’abile regia del maestro Gualtiero Marchesi, e ancora i nostri laghi, le città d’arte e tutti i luoghi che meritano di essere valorizzati per far diventare la nostra regione anche una meta di turismo internazionale, più di quanto non lo sia stata fino ad oggi».

Il progetto che si integra ed è in continuità con l’Esposizione universale del 2015. «Expo è stata un’esperienza utile per noi di collaborazione e coordinamento fra tutte le città lombarde – ha sottolineato il presidente -. Vogliamo proseguire su questa linea anche in materia di turismo. Abbiamo creato un marchio “in Lombardia”, che serve proprio per dare un coordinamento a tutte le iniziative che verranno portate avanti dai singoli territori, che, da soli, farebbero fatica ad esercitare un’attività di promozione adeguata».

Un’importanza particolare sarà data al collegamento fra Mantova, capitale italiana della cultura 2019, e Matera, capitale europea della Cultura 2019, e l’intento di “superare i confini” si realizzerà anche con collaborazioni istituzionali fra Lombardia, Liguria e Piemonte.

«All’interno delle iniziative in programma per l’Anno del Turismo lombardo – ha spiegato l’assessore allo Sviluppo economico Mauro Parolini -, c’è “Da Expo al Giubileo”, il progetto che, attraverso uno stanziamento di 20 milioni, punta alla promozione di tutti gli ambiti più promettenti, ma meno conosciuti della nostra regione come il cicloturismo, il turismo religioso, quello enogastronomico e
quello legato alle città d’arte». «Nel 2015 – ha continuato – è stata varata la nuova legge regionale sul turismo, abbiamo messo a disposizione dei territori, attraverso i Distretti dell’Attrattività strumenti e finanziamenti per cogliere le opportunità legate a Expo, quest’anno vogliamo consolidare le ottime performance e rilanciare il turismo come asset determinante di sviluppo economico e occupazionale della nostra regione».

Alcuni dei progetti previsti per l’Anno del turismo lombardo 2016

DALL’EXPO AL GIUBILEO

Il progetto “Dall’Expo al Giubileo” mira al rafforzamento del posizionamento dell’offerta turistica esperienziale lombarda e all’aumento dell’incoming e dei flussi turistici attraverso un percorso che, partendo da Expo, si sviluppi nella fase del post-Expo. Con una dotazione complessiva pari a circa 20 milioni, si declina in quattro ambiti tematici:

– Turismo religioso: promozione dell’offerta del territorio lombardo attraverso la valorizzazione, in chiave turistica, del patrimonio culturale, storico e paesaggistico legato alle testimonianze architettoniche e luoghi della fede nonché gli itinerari culturali e religiosi, le vie della fede e i Sacri Monti presenti sul territorio;

– Cicloturismo: promozione e valorizzazione dei macro-percorsi e dei percorsi ciclabili minori legati all’offerta cicloturistica per incrementare l’incoming in Lombardia;

– Turismo legato alle città d’arte: promozione dell’attrattività delle città d’arte lombarde attraverso la definizione di un’offerta turistica esperienziale, la messa a sistema di servizi correlati all’accoglienza turistica, la valorizzazione della filiera turistico-ricettiva-commerciale e della creatività, della moda, dello shopping e del design mediante l’aggregazione tra soggetti pubblici e privati;

– Turismo legato alla food&wine experience : promozione, attraverso la costituzione di partenariati locali, dell’attrattività turistico-integrata del territorio mediante la valorizzazione degli itinerari del turismo esperienziale enogastronomico e integrazione tra i soggetti della produzione, distribuzione, somministrazione e ristorazione. In questo ambito si si inserisce il progetto ‘Wonderfood (and
wine) Premium’, che si avvale della collaborazione tecnica della Accademia G. Marchesi e del maestro Gualtiero Marchesi in qualità di testimonial di sette itinerari turistici, a tema enogastronomico, che valorizzeranno il territorio in chiave turistica guidando il visitatore alla scoperta delle eccellenze vinicole e gastronomiche lombarde.

GRANDI EVENTI E COMUNICAZIONE

Per dare visibilità all’Anno del turismo lombardo si è scelto di condividere e comunicare le informazioni, i dati, le tendenze e coinvolgere gli attori della filiera turistica attraverso grandi eventi quali: Bit (Fiera Milano, febbraio 2016), manifestazione volta a favorire l’incontro tra decision maker, esperti del settore e buyer nazionali ed internazionali del settore turistico; Ttt (Palazzo Lombardia, maggio 2016), evento dedicato al trade (operatori turistici) sui temi della formazione/informazione e sugli strumenti e sulle nuove tecnologie per la promozione e gestione turistica; Forum internazionale del Turismo (Lago di Garda, evento di confronto con operatori nazionali e internazionali sulle strategie di sviluppo e sulle tendenze del settore turistico; TOURISMACT2016, evento conclusivo dell’Anno del turismo lombardo.

COMMUNITY STAKEHOLDERS

Il mantenimento e lo sviluppo di una community allargata, che, partendo dal #TourismAct2015, vada a coinvolgere su più e diversi livelli e in modo partecipativo e collaborativo stakeholders, Istituzioni, operatori, opinion leader, cittadini, turisti rappresenta un’azione complementare allo sviluppo delle attività previste nel 2016 a favore del turismo. Explora, su indirizzo di Regione Lombardia, e in qualità di Dmo (Destination Management Organization), potrà con i propri canali assumere un ruolo operativo di sviluppo e supporto ai territori nell’ambito delle azioni di comunicazione e gestione delle communities, per amplificare il ritorno delle iniziative e incentivare la fattiva e reciproca collaborazione tra tutti i soggetti.

ACCORDI SOVRAREGIONALI

In attuazione all’intesa sottoscritta lo scorso 11 dicembre tra Regione Lombardia, Regione Liguria e Regione Piemonte verrà costituita una “cabina di regia”, alla quale parteciperanno le rispettive Dmo per la condivisione di azioni comuni e progetti integrati per la promozione turistica macroregionale. Si approfondiranno infine forme di promozione del settore turistico anche nell’ambito della Strategia europea per la Regione alpina (Eusalp).

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa