La “bisbetica” Nancy Brilli apre la stagione del Crystal

La “bisbetica” Nancy Brilli apre la stagione del Crystal

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

brilli

Si apre con la “La bisbetica domata” la nuova stagione teatrale del Teatro Crystal di Lovere. Con Nancy Brilli nel ruolo di protagonista, la nuova trasposizione della commedia shakespeariana firmata da Cristina Pezzoli, in programma sabato 21 e domenica 22 novembre, va in scena da un punto di vista tutto femminile e offre uno spettacolo corale, colorato e pop.

Sabato 19 e domenica 20 dicembre un trio inedito formato da Corinne Clery, Barbara Bouchet e Iva Zanicchi, che sta riscuotendo grande successo nei teatri italiani, sono le protagoniste della commedia  “Tre donne in cerca di guai” tratto da Les Amazones di Jean Marie Chevret, regia di Nicasio Anzelmo, una commedia divertente che affronta il tema della solitudine delle single di mezza età, dell’amicizia e dell’omosessualità, il tutto raccontato con intelligenza, ironia, umorismo e allegria.

Sabato 23 gennaio e domenica 24 gennaio sarà la volta di “Brundibàr – il suonatore d’organetto” con I Piccoli Musici, diretti da Mario Mora, un’opera per bambini scritta dal compositore ceco Hans Krása più volte rappresentata nella città ghetto di Terezin dove lo stesso compositore era rinchiuso e da dove non fece mai più ritorno che fa conoscere la tragedia dello sterminio nazista attraverso lo sguardo dei bambini.

Sabato 20 e domenica 20 febbraio andrà in scena “I suoceri albanesi” di Gianni Clementi regia di Claudio Boccaccini con Francesco Pannofino e Emanuela Rossi,  una commedia divertente che racconta situazioni quotidiane come il complesso rapporto genitori e figli adolescenti, il contrasto tra la moglie chic e il marito ruspante, la presenza del vicino elegante petulante e i lavori di carpenteria che creano problemi con i condomini.

Sabato 2 e domenica 3 aprile Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti interpreteranno “La scena” scritta e diretta da Cristina Comencini, una commedia per raccontare la comica immersione di un ragazzo  nella vita e nei sentimenti femminili, capace di spiazzare con repentini cambi di registro e impreviste punte di amarezza.

Sabato 23 e domenica 24 aprile la stagione teatrale loverese si chiuderà con Silvio Orlando e Marina Massironi in “La scuola” di Domenico Starnone con la regia di Daniele Luchetti. A distanza di vent’anni, Orlando riporta in scena quello che è stato lo spettacolo più importante della sua carriera, allora intitolato Sottobanco, divenuto poi un film dal titolo La scuola, appunto, sempre con Orlando nel ruolo principale e Luchetti come regista.

www.teatrocrystal.it

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa