Creattiva, ecco gli stilisti emergenti premiati alla Fashion Marathon

creattiva-abito-vincenteLa 17esima edizione di Creattiva conferma Bergamo quale capitale italiana delle arti manuali. La kermesse di Promoberg in versione autunnale, dopo il nuovo record di imprese (300 espositori distribuiti su 17mila metri quadrati al coperto del polo fieristico), al termine delle quattro giornate alla Fiera mette in bacheca anche il maggior numero di ingressi di sempre, abbattendo il muro delle 60mila presenze. A oggi, sommando le edizioni allestite anche a Napoli e Bari, sono oltre 800mila le appassionate che hanno fatto festa con Creattiva, all’insegna della fantasia, della condivisione e del confronto multigenerazionale. Dal debutto nel 2008, la fiera ha macinato un successo dietro l’altro, grazie al format che unisce alla ricca parte espositiva un calendario composto da migliaia di eventi collaterali: corsi, laboratori, work shop, e concorsi per far indossare al pubblico i panni dell’indiscusso protagonista della manifestazione. Una formula che piace sempre di più, e che ha trasformato Creattiva da fiera “classica” a imperdibile happening nazionalpopolare per un pubblico composto in stragrande maggioranza da donne, provenienti, così come gli espositori,  da tutta Italia e in parte dall’estero. Grande successo per la prima edizione di Creattiva Fashion Marathon: ha vinto Martina Ghezzi, 27enne stilista di Fidenza.

La Fashion Marathon

In evidenza la Fashion Marathon, il nuovo concorso dedicato alla Moda Made in Italy che ha permesso a 15 stilisti emergenti di farsi conoscere per la prima volta al grande pubblico, e di esprimere tutto il proprio talento davanti ai manager di importanti aziende del settore. La giuria ha proclamato vincitrice della prima Creattiva Fashion Marathon la stilista Martina Ghezzi, 27 anni, di Fidenza, studi all’Istituto di Moda Burgo Milano e un curriculum già di tutto rispetto. La giuria ha motivato la vittoria giudicando la sua creazione un “capo di sartoria di alta moda”. Piazzamento d’onore ex equo per la 23enne Veronica Motta di Covo, studi alla Libera Accademia di Belle Arti di Brescia (apprezzata dalla giuria la fusione dei due tessuti che rende la creazione eccellente e sobria), premiata da Diego Pedrali (Presidente di FederModa Bergamo e membro di Giunta di FederModa Italia) e Luigi Valoti  (Socio titolare del Gruppo V&V Italian Style di Alzano Lombardo; e per Diana Sandoval Ferrel, 19 anni di Bergamo, studi all’Istituto Caniana Bergamo (creazione semplice ma di classe), premiata da Luigi Trigona, segretario generale di Promoberg, e Carlo Conte, responsabile per Promoberg di Creattiva. Sul terzo gradino del podio è salita Rita Sparano, di Napoli, studi alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano: la giuria ha ritenuto l’abito “scenografico e nello stesso tempo elegante”. Ha ricevuto il premio da Raffaella Castagnini, Capo servizio Internazionalizzazione e Promozione della Camera di Commercio di Bergamo, e da Raffaella Naggi, direttore del mensile Burda Style. Oltre al riconoscimento, tutte e quattro le vincitrici hanno ricevuto in premio una macchina da cucire professionale, diverse nel modello in base al piazzamento delle concorrenti. C’è stata anche una menzione speciale per i dettagli di stile, assegnata a Martina Belloni di Fiorano al Serio,  studi presso l’Istituto Caniana di Bergamo, consegnata da Luisa Scivales e Andrea Ubbiali (imprenditore nel settore moda e fashion blogger).

Attestato di partecipazione a tutti gli altri finalisti: Marika Biselli, 28 anni di Piacenza – Istituto di Moda Burgo Milano; Sheila Condello, 24 anni, di Azzonica di Sorisole – Istituto Caniana; Nausica Fertonani Affini, 28 anni, di Rivarolo Mantovano – Accademia del Lusso di Bologna; Carlo Imberti, 19 anni di Treviolo – Istituto Caniana; Simone La Bella, 23 anni di Milano – Nuova Accademia di Belle Arti di Milano; Elena Magagna di Milano – Istituto Europeo di Design; Jessica Massoli, 22 anni di Esine – Istituto d’istruzione superiore “Tassara – Ghislandi”  di Breno; Francesca Nencioni, 20 anni di Meda (Monza e Brianza) – Istituto Europeo di Design di Milano; Simona Romano, 30 anni di Inzago – Istituto di Moda Burgo Milano; Roberta Siani, 23 anni di Montichiari  – Libera Accademia di Belle Arti di Brescia.

 

Copyrights 2006-2022 – Iniziative Ascom S.p.A. – P.iva e C.F. 01430360162