Confindustria, cambio al vertice 
e premi alle Eccellenze al lavoro

Confindustria, cambio al vertice e premi alle Eccellenze al lavoro

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa

Sarà la giornata della consacrazione di Ercole Galizzi, che prenderà il posto di Carlo Mazzoleni alla guida di Confindustria Bergamo per il prossimo quadriennio. Il cambio di presidenza avverrà il 7 giugno, durante l’assemblea generale riservata agli associati, convocata alle 14 nell'Auditorium Caravaggio della Fiera di Bergamo, che vedrà anche l'approvazione degli indirizzi generali del mandato e del programma biennale di attività e la nomina dei vice presidenti costituenti la squadra di presidenza per il biennio 2013/2015.
Quello che si attende dall’assemblea è l’ok definitivo dopo che la giunta esecutiva confindustriale ha già approvato le linee programmatiche e la squadra proposta dal successore di Mazzoleni, il quale ha voluto al suo fianco, oltre ai due componenti di diritto, il presidente del comitato Piccola industria Giancarlo Losma e il presidente del gruppo Giovani imprenditori Marco Bellini, i tre vicepresidenti Matteo Zanetti, subentrato due anni fa a Stefano Scaglia, Gianluigi Viscardi, già presidente della Piccola industria, e la “new entry” Monica Santini, ex presidente dei Giovani. Ai vice presidenti sono state attribuite anche le relative deleghe: rapporti sindacali a Zanetti, innovazione, tecnologia e start up a Viscardi, competitività e servizi associativi a Santini.
La spinta all’innovazione e all’internazionalizzazione, l’attenzione alla coesione sociale anche attraverso il rilancio del Modello Bergamo e la messa a punto di migliori e più puntuali servizi agli associati saranno alcuni dei temi in discussione durante l’assemblea, che costituirà un’importante occasione per riflettere sui progetti avviati per le imprese e il territorio in un periodo particolarmente complesso come quello attuale e per fare il punto sulle prossime azioni in programma. Verrà inoltre presentato il Bilancio di sostenibilità che si propone di far emergere l’impegno per valorizzare il territorio, tutelare l’ambiente, la salute e la sicurezza e contemporaneamente favorire lo sviluppo economico e la coesione sociale.
Un momento significativo, all’interno dell’assemblea, sarà dedicato alla premiazione delle 12 aziende che compiono 50 anni di vita associativa, a cui seguirà, esaurita la parte privata, l’evento aperto al pubblico della premiazione delle “Eccellenze al lavoro”, ormai una tradizione, prevista a partire dalle 18, che vedrà la valorizzazione di 56 dipendenti scelti dalle aziende associate per le particolari doti di professionalità, dedizione, spirito di collaborazione e per la capacità di saper trasmettere ai colleghi il patrimonio di conoscenze, linfa vitale dell’impresa.

image_pdfEsporta in PDFimage_printStampa