Partite Iva, da Confcommercio Professioni Bergamo tutte le misure e gli aiuti a disposizione

Matteo Mongelli: "Mai come ora serve unire le forze e aprirsi al confronto per supportare in modo mirato ogni singola professionalità che fa capo al nostro variegato ed eterogeneo mondo"

Partite Iva, da Confcommercio Professioni Bergamo tutte le misure e gli aiuti a disposizione

Matteo Mongelli

Sono giorni molto difficili anche per il mondo dei liberi professionisti non ordinistici. Nei giorni scorsi è andato in scena il Convegno Nazionale di Confcommercio Professioni dove è stato presentato il report dei numeri del settore.  Sono oltre 1 milione e 400 mila i liberi professionisti in Italia, pari al 6,2% degli occupati complessivi e in crescita del 24,2% tra il 2008 il 2018. Tra questi, a crescere di più, del 71,6% nello stesso periodo, sono i professionisti non ordinistici, circa 390 mila persone che operano per la quasi totalità nei servizi di mercato (98,2%) e che si dimostrano il segmento più dinamico dell’occupazione.  Aumenta di oltre il 30% in dieci anni il reddito complessivo generato dalle professioni non ordinistiche, pari a 6,5 miliardi di euro, ma diminuisce del 22,6% il reddito medio pro capite sceso a 16mila e 600 euro. Tra i professionisti non iscritti ad albi o ordini rientrano guide turistiche, amministratori di condominio, formatori e figure emergenti delle nuove professioni, come designer, professionisti Ict, consulenti e formatori di management, wellness coach, wedding planner. Più della metà della categoria svolge attività scientifiche e tecniche ad elevata specializzazione. Tuttavia, a registrare i più forti incrementi tra il 2008 e il 2018 sono le attività complementari dei servizi alla persona, dall’istruzione (+195%) all’assistenza sociale (+123%) e al tempo libero (+93%). L’analisi dei numeri indica il come i liberi professionisti da qualche anno stiano diventando un vero e proprio zoccolo duro del mondo del lavoro. In questo momento di stallo del sistema economico occorre resistere e raccogliere quel bacino di competenze che saranno utili nel momento della ripartenza del mercato. “Per questo, attraverso la creazione di Confcommercio Professioni Bergamo- commenta il neopresidente Matteo Mongelli- abbiamo cercato di coinvolgere più professionisti possibili per mettere a disposizione diversi aiuti per dare un aiuto concreto per questo periodo di resilienza”. 

Ecco qui di seguito un riepilogo delle misure a disposizione dei professionisti, anche attraverso Ascom e la cooperativa Fogalco. 

Bando Rinascimento

Il Comune di Bergamo, insieme a Cesvi ed Intesa San Paolo ha esteso il Bando Rinascimento anche ai liberi professionisti non ordinistici. Un riconoscimento che ci fa molto piacere e un’unione di intenti che ci vedrà anche partecipi nel Webinar di presentazione del Bando al quale parteciperemo nella diffusione. E’ previsto un contributo a fondo perduto e un contributo chiamato finanziamento di impatto con tassi agevolati vicini allo 0,4%. Verranno finanziati e sostenuti progetti di digitalizzazione, ecosostenibilità, partnerariati e sicurezza. Fogalco sarà al fianco di tutti quei professionisti, residenti o aventi attività all’interno del Comune di Bergamo, che intendono partecipare al bando con un supporto nello studiare il progetto e presentarlo al Comitato che esaminerà le pratiche. Per scoprire nei dettagli il bando Anguissola, il 26 novembre il Comune, con Intesa San Paolo e Cesvi hanno organizzato un workshop di approfondimento. 

Finanziamento professioni

Insieme a Fogalco Confcommercio Professioni Bergamo ha messo a punto una misura di finanziamento ad hoc con tassi variabili tra il 2% e il 4% per cercare di supportare i professionisti. La forza del libero professionista è quella di programmare e fornire servizi a clienti per sviluppare un piano di impresa. La liquidità in questo momento è necessaria per la resilienza e l’acquisizione delle competenze necessarie per la futura ripartenza

Incontro e rappresentanza

“Sembrano parole scontate e già sentite più volte ma incontro e rappresentanza non sono mai stati così utili ed efficaci come in questo periodo- sottolinea Matteo Mongelli-. Il mondo delle libere professioni ha diverse sfaccettature. Dal grafico all’organizzatore di eventi, dal consulente al personal trainer. Stiamo organizzando i professionisti in sottogruppi per cercare di dedicare supporto e rappresentanza mirati ad ogni tipologia di categoria. Il gruppo dei professionisti del mondo dello sport è ormai ai nastri di partenza e altri gruppi si stanno sviluppando per formare veri e propri team di rappresentanza”. 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.