Ponte dei Santi, il lago d’Iseo verso il tutto esaurito e in città arrivano i messicani 

Lago di Endine e valli in difficoltà sperano nel meteo favorevole

Ponte dei Santi, il lago d’Iseo verso il tutto esaurito e in città arrivano i messicani 
 
Lago d’Iseo verso il tutto esaurito, in città ritornano i turisti russi e compaiono i messicani, nelle valli si spera negli arrivi last minute. Sono queste le previsioni per il prossimo Ponte dei Santi che emergono da un sondaggio fatto da Ascom Bergamo Confcommercio su un campione di alberghi a Bergamo e fuori città.
I turisti che scelgono la destinazione Bergamo confermano l’amore per il lago d’Iseo che risulta la meta più gettonata: a Lovere, che chiude un mese di ottobre record per quanto riguarda proprio i pernottamenti, gli alberghi sono già quasi tutti al competo e anche a Sarnico le camere vanno verso il sold out.
Le prenotazione arrivano soprattutto da Lombardia e Veneto, ma non mancheranno i turisti stranieri, inglesi a Lovere e  visitatori da Danimarca, Cecoslovacchia e Russia. a Sarnico
 
In città le prenotazioni sono più che soddisfacenti e in crescita circa del 10% rispetto allo scorso anni. Si conferma la crescita degli stranieri un po’ da tutte le località collegate da Ryanair. Con due sorprese, la ricomparsa del turismo russo e ucraino e l’arrivo di visitatori messicani.
 
Sulle valli e sul Lago di Endine le previsioni sono meno rosee. In Valle Brembana, a Foppolo, il meteo non buono si fa sentire, le richieste sono a rilento e gli albergatori sguardo al cielo puntano tutto sulle prenotazioni dell’ultimo minuto da parte dei turisti italiani, perché come accade da qualche anno gli stranieri arriveranno per la stagione invernale. Stessa proiezione in Val Seriana dove le prenotazioni tardano ad arrivare e si spera negli arrivi dell’ultimo momento che saranno per lo più di una sola notte e di italiani. Prenotazioni ferme anche sul Lago di Endine che fatica a proporsi come destinazione turistica e a intercettare i visitatori del lago d’Iseo. 
 
fotografia di Visit Bergamo
 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.