Rigenerazione urbana, Ascom ospita l’unica tappa lombarda del Roadshow Confcommercio

Bergamo ospita il 12 e 13 luglio la quarta tappa dell’iniziativa Confcommercio per la rigenerazione urbana. Esperti e autorità approfondiranno il tema “Spazi dismessi per rilanciare commercio e città”

Rigenerazione urbana, Ascom ospita l’unica tappa lombarda del Roadshow Confcommercio

Ascom Confcommercio Bergamo ospita il 12 e 13 luglio la quarta tappa dell’evento nazionale “Dare forma ai fondi: partiamo dalle città”, promosso dalla Delegazione Confcommercio presso l’Ue e dal Settore Urbanistica e Progettazione Urbana di Confcommercio Imprese per l’Italia. La tappa bergamasca è l’unica a livello lombardo.

L’iniziativa, che già toccato Roma, Rovereto e Perugia e che dopo la nostra città sarà a Lecce, è nata con lo scopo di rafforzare l’impegno della Confederazione sul tema del rilancio delle città, intese quali luoghi di produzione di valori economici, sociali e culturali.

I temi che verranno affrontati a Bergamo, nel corso dei due momenti di confronto e approfondimento, sono la rigenerazione degli spazi dismessi e il ruolo dell’Unione Europea per il rilancio delle città. Alla due giorni interverranno esperti del mondo accademico, imprenditori, nonché rappresentanti politici nazionali ed europei.

L’obiettivo è quello di promuovere il dibattito sui temi della rigenerazione urbana fra rappresentanti delle realtà di Confcommercio e delle istituzioni locali, nazionali ed europee, al fine di incoraggiare lo sviluppo di percorsi condivisi per il rilancio economico delle città, anche raccogliendo e diffondendo casi concreti di “buone pratiche”.

Il programma del 12 luglio “Spazi dismessi per rilanciare commercio e città”

Giovedì 12 luglio dalle 10.30 alle 17,30 è in programma il Laboratorio Nazionale sulla Rigenerazione Urbana dal tema “Spazi dismessi per rilanciare commercio e città”, promosso dal Settore Urbanistica e Progettazione Urbana di Confcommercio Imprese per l’Italia. Il Laboratorio intende incoraggiare lo scambio di idee tra le Confcommercio locali attraverso testimonianze concrete e stimolare la nascita di progetti di rigenerazione urbana, anche con l’ausilio di esperti che forniranno spunti di riflessione utili al dibattito e al confronto sul futuro delle nostre città.

Ad aprire i lavori il direttore di Ascom Confcommercio Bergamo, Oscar Fusini insieme al segretario generale della Camera di Commercio di Bergamo, Maria Paola Esposito e all’incaricato per le Politiche Ue di Confcommercio-Imprese per l’Italia, Alberto Marchiori.

La mattinata proseguirà con l’intervento di introduzione alla tematica delle aree dismesse nelle strategie integrate di rigenerazione a cura dell’assessore alla riqualificazione urbana del Comune di Bergamo, Francesco Valesini, che, partendo dall’analisi delle dinamiche del commercio in rapporto alla trasformazione della città, illustrerà le azioni intraprese dalla sua amministrazione per dotarsi di nuovi strumenti con cui affrontare i cambiamenti.

A seguire, il professore di Urbanistica Luca Tamini, del Politecnico di Milano, a partire dall’osservazione dei crescenti fenomeni di dismissione commerciale, parlerà del rilevante ruolo urbanistico che i servizi di prossimità e i contenitori dismessi possono svolgere per il perseguimento di una maggiore qualità della vita nelle città. A tale riguardo, illustrerà tre casi di studio riferiti alle città di Milano, Venezia e Bergamo.

Il pomeriggio, dedicato al tema della riattivazione degli spazi dismessi per la rivitalizzazione economica della città, si aprirà con l’intervento del direttore generale Sviluppo Economico Regione Lombardia, Paolo Mora, che illustrerà le più significative misure attivate nel corso della X Legislatura (2013-2018), soffermandosi sugli aspetti di metodo, sulle caratteristiche e sui risultati dell’esperienza regionale, non mancando di fornire altresì alcuni spunti sull’impostazione in corso dei programmi di attività per la prossima legislatura.

A seguire, l’intervento del professore di Marketing all’Università degli Studi di Milano, Luca Zanderighi, che, partendo dall’esame del fenomeno delle dismissioni commerciali e delle dinamiche evolutive del commercio, presenterà alcuni casi di buone pratiche nazionali e internazionali di rigenerazione degli spazi commerciali proponendo, infine, una “cassetta degli attrezzi” per una nuova urbanistica commerciale degli spazi e dei contenitori dismessi, in termini sia di politiche attive che di strumenti. A conclusione dei lavori, il dibattito finale.

Il programma del 13 luglio “Europa e Agenda per le Città”

Venerdì 13 luglio dalle 9.30 alle 13 è in programma una Tavola Rotonda, alla quale interverranno autorevoli esponenti del mondo politico, locale, nazionale ed europeo, curata dalla delegazione Confcommercio di Bruxelles, sul tema delle politiche e delle opportunità europee per il rilancio delle Città.

Dopo i saluti di benvenuto del sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, del presidente di Camera di Commercio, Paolo Malvestiti, del direttore generale di Confcommercio – Imprese per l’Italia,Francesco Rivolta e del vicepresidente di Ascom Bergamo, Giorgio Beltrami, il dibattito vedrà la partecipazione di autorevoli esponenti politici nazionali ed europarlamentari. Alessandro Mattinzoli, assessore allo sviluppo economico di Regione Lombardia, Piero Fassino, membro del Comitato Europeo delle Regioni, Massimo Gaudina, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea a Milano, Rossana Torri, project manager “OpenAgri” del Comune di Milano. Tra gli europarlamentari hanno confermato la presenza: Brando Benifei, Stefano Maullu,Angelo Ciocca, Massimiliano Salini e Daniele Viotti. Gli interventi saranno moderati da Alberto Marchiori, incaricato per le politiche Ue di Confcommercio Imprese per l’Italia.

Il Laboratorio Nazionale su Rigenerazione Urbana

Il Laboratorio Nazionale su Rigenerazione Urbana di Anci e Confcommercio rappresenta, dal maggio 2016, il luogo di confronto e di diffusione di buone pratiche fra i comuni e le sedi territoriali che, aderendo alla sperimentazione, hanno sottoscritto accordi locali per dar vita ad iniziative condivise allo scopo di rigenerare le città. Lo scopo è quello di incidere sugli strumenti urbanistici e sulle norme, introdurre misure di fiscalità di vantaggio, costituire partenariati per la redazione di progetti a valere sulle risorse nazionali o europee e formare professionalità specifiche. Nato dalla firma del Protocollo d’intesa nazionale tra Confcommercio e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), il Laboratorio ha visto – negli anni – l’adesione alla sperimentazione di numerose città, che si sono confrontate, indagando i temi della rigenerazione urbana. Quest’anno si è entrati nella fase concreta della sperimentazione in cui sono protagoniste le città che hanno costituito i Laboratori locali, definito un programma di azioni di rigenerazione urbana e individuato possibili fonti di finanziamento.

Il roadshow Confcommercio “Dare Forma ai Fondi: partiamo dalle Città!”

In continuità con il roadshow 2017 intitolato “Dare forma ai fondi”, l’iniziativa attualmente in corso, “Dare forma ai fondi: partiamo dalle città”, ha l’ambizione di permettere un salto di qualità nel livello di coinvolgimento delle realtà locali di Confcommercio sul tema delle opportunità e delle politiche europee per il rilancio delle Città. Per questo, su iniziativa dell’incaricato per le politiche Ue di Confcommercio Imprese per l’Italia, Alberto Marchiori, e della delegazione Confcommercio di Bruxelles, il road-show 2018 è stato organizzato congiuntamente al Settore Urbanistica della Confcommercio nazionale che, nell’ambito del Protocollo d’Intesa Confcommercio-ANCI del 2015, è da anni impegnato nella promozione di nuove pratiche di collaborazione (i Laboratori Urbani), a livello nazionale e locale, nell’ambito delle politiche urbane di rivivificazione dei centri urbani. Il roadshow 2018, iniziato con la prima tappa di Roma del 12 e 13 aprile, tocca tutti collegi elettorali europei italiani (Rovereto, 31 maggio e 1° giugno; Perugia, 28 giugno; Bergamo, 12 e 13 luglio; Lecce, 18 e 19 ottobre) per concludersi il 28 novembre 2018 a Bruxelles presso il Parlamento europeo.

I commenti sono chiusi.