Concorso Mestiere del futuro
premio alla IIIA della Scuola Capitanio

I ragazzi, primi per la provincia di Bergamo, sono stati premiati dal direttore Ascom Confcommercio Bergamo Oscar Fusini con una targa di riconoscimento e un buono spendibile per forniture e materiale scolastico

Concorso Mestiere del futuro<br> premio alla IIIA della Scuola Capitanio

La III A della Scuola di Primo Grado Superiore (media) Santa Bartolomea Capitanio di Bergamo si è aggiudicata il primo posto del Concorso Trivia Quiz- Mestiere del Futuro 2018. I ragazzi, primi per la provincia di Bergamo, sono stati premiati dal direttore Ascom Confcommercio Bergamo Oscar Fusini con una targa di riconoscimento e un buono spendibile per forniture e materiale scolastico. Il concorso, promosso a livello nazionale da Confcommercio e a livello locale da Ascom Bergamo, mira a promuovere l’orientamento scolastico, favorire l’autoimprenditorialità giovanile ma soprattutto far innamorare le nuove generazioni dei mestieri del settore del terziario.
In questi mesi gli insegnanti, coordinati dalla professoressa Cristina Lorenzi, hanno portato nelle aule della Scuola Capitanio piattaforme di educazione digitale e strumenti interattivi.
Il format educativo “Il mestiere del futuro”, validato dall’Università Cattolica di Milano, ha stimolato la classe alla discussione e ha portato gli studenti a conoscere da vicino l’imprenditoria del commercio, turismo e servizi, con veri e propri quiz e preparazione alla sfida finale, con Trivia Quiz.
Il software ha decretato così, a colpi di click e risposte corrette, la classe vincitrice. “Il concorso informa e avvicina i ragazzi in modo giocoso e originale, con quiz e lezioni interattive, al mestiere del futuro- commenta Oscar Fusini, direttore Ascom-. Un’occasione per comprendere quanto il panorama lavorativo sia cambiato con internet e con le nuove tecnologie, ma soprattutto per farsi un’idea sulle competenze, inclinazioni e possibilità professionali emergenti, per ambire a un domani ricco di opportunità e soddisfazioni”.
“La nostra scuola è stata tra le prime ad introdurre in aula l’uso del tablet e di libri digitali, ormai sei anni fa- commenta Cristina Lorenzi, docente referente del progetto-. La partecipazione al concorso è stata accolta con entusiasmo. L’ultima esperienza di squadra come classe coincide con una vittoria. E non c’è epilogo migliore per salutarsi alla fine di un percorso scolastico”. 

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.