Staffetta della legalità, anche l’Ascom corre al fianco della Guardia di Finanza

A settembre, sul tracciato della mezza maratona, torna il trofeo che mette in gara agli appartenenti alle Fiamme gialle, delle istituzioni, delle associazioni d'impresa e professionali per promuovere l'incontro e la collaborazione

La mezza maratona dei Mille, in programma il prossimo 24 settembre a Bergamo, vivrà per il secondo anno una gara nella gara: il trofeo “Bergamo conCORRE per la legalità” promosso dall’Accademia della Guardia di Finanza per sensibilizzare sull’importanza della collaborazione di tutte le istituzioni, delle organizzazioni d’impresa e dei professionisti per garantire un’economia sana e competitiva.

Anche l’Ascom fa parte dell’ampio parterre dei soggetti che sostengono la manifestazione – l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, l’Ordine degli Avvocati, l’Ordine dei Consulenti del Lavoro, la Camera di Commercio, Confindustria, la Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate, la Direzione Provinciale Inps, la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, l’Autorità Giudiziaria, la Banca d’Italia, l’Università di Bergamo, la Polizia locale di Bergamo, l’Ufficio scolastico territoriale, il Comune di Bergamo e i Vigili del Fuoco – e invita i propri associati appassionati di corsa e podismo a partecipare. «C’è piena condivisione del messaggio di legalità promosso da questo evento – evidenzia il direttore dell’Ascom Oscar Fusini -. La legalità è un tema che ci vede fortemente coinvolti come associazioni, essendo un prerequisito fondamentale del fare impresa oggi».

La corsa è una staffetta a squadre di tre atleti sulla distanza di 21,097 Km, aperta agli allievi dell’Accademia, gli appartenenti alla Guardia di Finanza in servizio e in congedo e gli aderenti, iscritti e dipendenti delle istituzioni e delle associazioni coinvolte.

Quest’anno l’iniziativa ha anche una finalità solidale. I partecipanti, infatti, concorreranno per sostenere la “Phb – Polisportiva Bergamasca onlus”, associazione impegnata sul territorio per favorire la pratica dello sport da parte di atleti con disabilità. Questo è il motivo per cui il trofeo assumerà la denominazione “Bergamo conCORRE per la legalità… e per la disabilità”. Tutti i partecipanti, inoltre, correranno vestendo una maglietta appositamente realizzata, sulla quale sarà riportata la scritta “Bergamo conCORRE per la legalità… e per la disabilità”, oltre al testo del 1° comma dell’art. 53 della Costituzione dal quale trae ispirazione la gara (“Tutti sono tenuti a conCORRERE alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva”).

L’appuntamento avrà anche dei testimonial filatelici, due cartoline commemorative della gara podistica e un annullo postale creato per l’occasione, i cui proventi, insieme alle offerte devolute per le magliette, andranno a sostegno della onlus.

Come per la passata edizione, l’Accademia aprirà le sue porte a tutti gli atleti della mezza maratona e ai partecipanti al trofeo, essendo stato previsto, nell’ambito del percorso di gara, anche il passaggio attraverso la piazza d’Armi dell’Istituto.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.