18mar

Foto ottica Skandia compie 60 anni e regala un concerto alla città

Sabato 18 marzo a Boccaleone, prima sede del negozio, protagonista il chitarrista Fabrizio Frigeni

skandia - da vivaldi al rock

Per i sessant’anni di attività, Foto Ottica Skandia ha scelto di condividere la festa con la città e sabato 18 marzo organizza un concerto aperto a tutti. L’appuntamento, alle 20.45, è nella chiesa parrocchiale di Boccaleone, il quartiere di Bergamo dove nel 1957 i fondatori, Nicola Viscardi ed Ornella Arrigoni – di ritorno dalla Svezia dove si erano trasferiti per lavoro, conosciuti e sposati – aprirono il loro primo negozio di fotografia (il nome è un omaggio al Paese, che ha permesso a Nicola di avvicinarsi alla fotografia). Trasferito negli anni Settanta prima in via Piatti poi in via Borgo Palazzo, dal ’74 è nella sede attuale, al numero 102, ampliatosi nel 2009 al 104 con uno spazio dedicato esclusivamente all’ottica.

La serata, dal titolo “Da Vivaldi al rock” avrà come protagonista il chitarrista Fabrizio Frigeni che si esibirà in un dialogo tra arte chitarristica ed organistica, spaziando dalla musica classica a quella contemporanea, in un excursus ideale anche per rappresentare la cavalcata lungo tre generazioni del negozio, insignito dalla Regione Lombardia dei riconoscimenti di Negozio Storico e di Negozio di Valore, per il felice connubio tra tradizione e innovazione.

Il musicista bergamasco, che invece festeggia i 25 anni di carriera, è stato il chitarrista degli 883 ed ha accompagnato, tra gli altri, Paola & Chiara, Syria, Laura Pausini, Renato Zero, Loredana Bertè e Giusy Ferreri. È anche fondatore e direttore della piattaforma didattica Italian Music Academy. All’organo un altro affermato strumentista orobico al fianco di grandi nomi della musica italiana, Davide Rossi. Il concerto vede anche la partecipazione delle voci del Coro della parrocchiale di Boccaleone.

Il programma

J. Pachelbel, Canon

A. Vivaldi, Inverno

T. Albinoni, Adagio

A. Vivaldi, Estate

J.S. Bach, Arioso

J. Brahms, Danza ungherese n. 5

R. Schumann, Widmung

B. Dylan, Blowing in the wind

L. Cohen, Hallelujah

M. Jackson, Heal the world

G. Puccini, Nessun dorma

F. Schubert, Ave Maria

E. Morricone, Mission

N. Piovani, La vita è bella

I commenti sono chiusi.