Libri per sognare, la scrittrice Sara Rattaro incontra oltre 270 studenti

Sara Rattaro, cacciatrice di storie appassionanti pronta a ispirare i ragazzi e a trovare il coraggio di inseguire i propri sogni, ha raccontato la storia di Nellie Blye, raccontata nel romanzo "Sentirai parlare di me" edito da Mondadori

Libri per sognare, la scrittrice Sara Rattaro incontra oltre 270 studenti

 Si chiude con successo il primo appuntamento degli incontri di Libri per sognare, la manifestazione del Gruppo Librai e Cartolibrai Ascom Confcommercio Bergamo, nata per promuovere la lettura tra i ragazzi. “Gli incontri con gli autori, novità di questa edizione di Libri per Sognare, rappresentano uno stimolo in più per i giovani lettori, che possono avere un confronto diretto con chi ha scritto le pagine preferite e trarre ispirazione per la stesura delle recensioni- commenta il presidente del Gruppo Librai e Cartolibrai Ascom, Cristian Botti-. Siamo soddisfatti della grande partecipazione agli incontri con gli scrittori che con i loro libri invitano i ragazzi a riflettere su grandi temi e a trovare coraggio e ispirazione in personaggi che con la loro passione hanno fatto la storia”. Mercoledì 12 febbraio , dalle 9 alle 12.30, nella sede cittadina Ascom (Via Borgo Palazzo, 137- Sala Conferenze) l’autrice-biologa genovese Sara Rattaro ha presentato a un pubblico di oltre 180 alunni il suo penultimo libro “Sentirai parlare di me”, edito da Mondadori. Il titolo, tra i quattro selezionati dai Librai, intreccia la storia di un’aspirante giornalista con la vita e le avventure di Nellie Bly, la prima donna nella storia ad aver osato il mestiere di reporter. Nella Sala Conferenze di Ascom, la scrittrice ha incontrato in due sessioni quasi 200 ragazzi di quattro scuole di città e provincia: dalle 9 alle 10.30 sono coinvolti oltre 180 ragazzi e insegnanti dell’Istituto Maria Consolatrice di Sant’Omobono terme (classi 5a, 1a e 1b) e della Scuola secondaria di primo grado di Castel Rozzone – Istituto Comprensivo di Arcene ( 1a); dalle 10.45 alle 12.30 sono coinvolti 114 alunni della Scuola Primaria Sant’Angela Merici di Bergamo (5a e 5b) e della Scuola secondaria di primo grado Suore Sacramentine di Bergamo (1a, 1b e 1c) . Nel pomeriggio l’autrice ha incontrato 89 ragazzi a Mapello, nell’auditorium Papa Giovanni XXIII (Via Agazzi 14), dalle 14 alle 15.30, provenienti dalla Scuola Primaria di Prezzate (5a), di Ambivere 5a) e dell’Istituto comprensivo di Mapello (5a e 5b).
Sara Rattaro, cacciatrice di storie appassionanti pronta a ispirare i ragazzi e a trovare il coraggio di inseguire i propri sogni, come quella del dottor Albert Bruce Sabin che donando il vaccino per la poliomelite al mondo ha salvato migliaia di bambini, ha raccontato la storia di Nellie Bly, la prima reporter donna al mondo, madre di tutte le giornaliste investigative. “Una storia che ho amato tanto perché vado a caccia di personaggi e super eroi normali che con il loro coraggio e le loro doti hanno cambiato la storia. Nellie, orfana di padre in una famiglia numerosa, non aveva mezzi economici per studiare, anche perché a fine Ottocento quello che si auspicava per una donna era un buon matrimonio e poco altro. Così scrivevano anche i giornali e lei, a 16 anni, di fronte all’articolo “What girl asre good for” pubblicato sul Pittsburg Dispach, prese carta e penna infuriata per sostenere con una lettera appassionata che le ragazze possono fare tutto. Il direttore del giornale la invitò in redazione e nacque così la prima donna reporter della storia”. E non era una giornalista qualsiasi, ma la creatrice del reportage sotto copertura: “Nellie va oltre- continua la Rattaro-. Si infila nelle fabbriche a raccontare le storie degli operai, ruba della frutta per farsi arrestare e raccontare la storia delle carceri. È l’unica donna della redazione e in un mondo al maschile, in cui inizia a dare fastidio, le dicono di rinunciare alla carriera per occuparsi di “cose da donna”. Lei non ci sta e si fa spedire in Messico a raccontare la dittatura di Porfirio Diaz. Arriva a licenziarsi, ma uscendo dalla redazione pronuncia la frase che dà il titolo al libro, “Sentirai parlare di me”. E così, fingendosi pazza, si fa internare in un manicomio e racconta in un articolo a puntate i “Dieci giorni all’inferno” da internata, da cui la salva Joseph Pulitzer. L’articolo cambierà per sempre le condizioni dei sanatori: “E’ una storia che insegna che credere nei propri sogni significa fare del proprio meglio per ciò in cui crediamo, fare quel che si vuole fare nel migliore dei modi superando i no detti ma con l’ intento di fare del nostro meglio. Il coraggio si dimostra ogni giorno per la forza che si ha e quel che possiamo fare” ha ribadito l’autrice. L’incontro con i ragazzi ha toccato vari argomenti, dalla passione per un lavoro che è riuscito a diventare tale dopo essere stato per tanti anni un hobby ( dato che è stata per anni, da biologa, informatore farmaceutico) alle difficoltà di essere una donna scrittrice: “L’Italia ha una cultura monogenitoriale: esistono solo i papà della narrativa mentre abbiamo tante mamme. I nostri programmi scolastici purtroppo non valorizzano le figure femminili. Nel 1926 Grazia Deledda vinse il premio Nobel, ma la scuola italiana l’ha fatta e la fa leggere pochissimo. Mentre vi capiterà di leggere e sapere tutto di altri premi Nobel, da Pirandello a Carducci”.

I prossimi incontri

Gli incontri con gli autori rappresentano piccole tappe di avvicinamento all’evento finale in programma il 13 maggio nell’Auditorium del Seminario di Bergamo, che coinvolgerà 877 ragazzi di 18 istituti comprensivi, 22 scuole, 43 classi di città e provincia. Gli incontri proseguono a marzo. Matteo Corradini, scrittore ed ebraista, presenta il suo libro “Solo una parola. Una storia al tempo delle leggi razziali” a Clusone. L’appuntamento è il 7 marzo, dalle 11 alle 12,30, alla Scuola Media Statale Prina (in Via Sant’ Alessandro 4/b). E’ in programma un terzo appuntamento con gli autori, i cui dettagli saranno comunicati nei prossimi giorni.

Il libro

“Sentirai parlare di me” di Sara Rattaro, edito da Mondadori, racconta il sogno di Bianca che da grande vuole fare la giornalista e si occupa col suo amico Martino del giornale della scuola. Durante

Sara Rattaro

la settimana dei mestieri i ragazzi incontrano Vittoria, giornalista, invitata a tenere una lezione appassionante che però sarà costretta ad interrompere sul più bello per seguire una misteriosa indagine. Bianca vuole a tutti i costi rintracciarla per chiederle aiuto: è alla ricerca di un anonimo artista che sta colorando la città con alcuni strani murales. Quando incontrerà Vittoria, però, Bianca riceverà una sorpresa esclusiva: il racconto della vita e delle avventure di Nellie Bly, la prima donna nella storia ad aver osato il mestiere di reporter e ad aver combattuto per i diritti delle donne. E sarà proprio attraverso il coraggio e la ribellione della prima giornalista della storia che Bianca troverà ispirazione e entusiasmo.

L’autrice

Sara Rattaro è nata a Genova. Laureata in Biologia e in Scienze della Comunicazione, ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla scrittura. È docente di Scrittura creativa all’Università degli studi di Genova e autrice di diversi romanzi: “Sulla sedia sbagliata”, “Un uso qualunque di te”, “Non volare via” (Premio Città di Rieti 2014), “Niente è come te” (Premio Bancarella 2015), “Splendi più che puoi” (Premio Rapallo Carige 2016), “L’amore addosso”, “Uomini che restano” (Premio Cimitile 2018), “Andiamo a vedere il giorno” (Sperling & Kupfer 2018), “Il cacciatore di sogni”, il suo primo libro per ragazzi, “Sentirai parlare di me” (Mondadori 2019) e “La giusta distanza” (Sperling & Kupfer, 2020). Ha curato la raccolta di racconti “La vita vista da qui” (Morellini 2018).

I quattro libri selezionati dai Librai per l’edizione 2020 di Libri per sognare

Dalle leggi razziali a un teatro dove tutto è possibile, dalla storia della prima reporter donna, Nellie Bly, al racconto di una vita a fianco di Rita Levi Montalcini affidato al suo assistente di laboratorio. I titoli selezionati dai librai Ascom Confcommercio Bergamo invitano i ragazzi a riflettere su grandi temi.

“Sentirai parlare di me” di Sara Rattaro, edito da Mondadori

“Mosche, cavallette, scarafaggi e Premio Nobel” di Luigi Garlando, edito da Harper Collins,

“Il fenomenale P.T. Heliodore” di Guido Sgardoli, autore vincitore del Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2019 con “The Stone. La settima pietra”, edito da Il Battello a Vapore

“Solo una parola. Una storia al tempo delle leggi razziali” di Matteo Corradini, edito da Rizzoli.

 

 

I commenti sono chiusi.