L’ultima conferenza di Historiae Casei con una super ospite

Da M.F.K Fisher a Samin Nosrat: il senso e il gusto del formaggio in cucina e in letteratura

L’ultima conferenza di Historiae Casei con una super ospite

Le conferenza di Historiae Casei, organizzato da Progetto FORME manifestazione dedicata all’arte casearia italiana dall’Associazione Promozione del Territorio, si concludono con il quinto e ultimo incontro presso la sala giunta di Confindustria (via Camozzi, 70 a Bergamo), Martedì 21 maggio alle 19.00.

Da M.F.K Fisher a Samin Nosrat: il senso e il gusto del formaggio in cucina e in letteratura, è il tema di questo appuntamento con una super ospite come relatrice: la grande Angela Frenda, food editor di RCS e responsabile editoriale di Cook – Corriere della Sera.

Frenda è un’autrice feconda e appassionata, che crede che “cucinare sia un atto d’amore per se stessi e renda davvero felici”.  Propone un modo di approcciarsi alla cucina colto ma gioioso, autorevole ma con un tocco di leggerezza che seduce e incanta.

L’incontro prende le mosse da MFK Fisher, la “miglior prosatrice d’America” che secondo W.H. Auden “scrive di cibo così come gli altri scrivono d’amore” solo decisamente meglio” per arrivare al caso editoriale del momento, Samin Nosrat, con il suo libro “Salt, fat, acid, heat”, diventato una popolarissima serie su Netflix. Samin ci racconta viaggi meravigliosi dentro il gusto, là dove nascono i sapori, e quindi dove nasce il Parmigiano Reggiano, il pesto, la curcuma…

La serata si concluderà con la degustazione di specialità casearie a cura di Onaf.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione a info@progettoforme.eu

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.