Seriate, concorso di idee per riqualificare il centro storico

On line il bando del Comune per piazza Bolognini e vie limitrofe. Il valore degli interventi è stimato in 5 milioni

seriate centro storico - piazza bologniniÈ online il Concorso Internazionale di Idee per la riqualificazione del centro storico di Seriate, bandito dall’Amministrazione comunale in un’ottica di collaborazione tra pubblico e privato. L’obiettivo del bando, pubblicato sul sito www.comune.seriate.bg.it e www.centrostoricoseriate.concorrimi.it, è acquisire una pluralità di idee e proposte, da parte di professionisti abilitati, per riprogettare la futura pianificazione urbanistica e il recupero di piazza Bolognini e vie limitrofe, per favorire la vivibilità cittadina e le connessioni interne ed esterne al centro storico.

«Il bando si inserisce in un lavoro di continuità con quanto realizzato sinora dall’Amministrazione comunale per la riqualificazione del centro storico – dichiara il sindaco Cristian Vezzoli -. Ma il concorso ha un valore aggiunto: rilanciare questa parte di città con il contributo di professionisti provenienti da tutta Italia, e non solo, che formuleranno le loro proposte, attente alla qualità urbana, ambientale e sociale. Riqualificare il centro storico significa definire modalità d’intervento urbanistiche, edilizie e funzionali che migliorano la qualità degli insediamenti, ne valorizzano le potenzialità, il riuso, la rigenerazione del patrimonio esistente e l’identità locale. L’obiettivo è ridefinire nuovi rapporti di coesistenza tra il patrimonio residenziale, commerciale e sociale, gli insediamenti adiacenti e il futuro sviluppo urbano, nel rispetto della componente paesaggistica e del fiume Serio».

Sono ammessi al concorso architetti e ingegneri, iscritti nei rispettivi Ordini professionali dei paesi di appartenenza, abilitati all’esercizio della professione alla data di pubblicazione del bando. I concorrenti possono partecipare sia singolarmente sia in gruppo. Gli elaborati dovranno essere trasmessi, mediante procedura online, a pena di esclusione, entro e non oltre il 16 giugno 2017 alle 11.

Il valore massimo di riferimento da assumere per l’elaborazione delle proposte è stimato in 5 milioni di euro, Iva inclusa, esclusi i costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza.

Mediante la compilazione di appositi moduli previsti nel sito internet, i concorrenti possono chiedere all’Amministrazione comunale dei chiarimenti entro il 15 aprile. I chiarimenti saranno pubblicati, anche in forma sintetica, entro il 5 maggio.

La commissione giudicatrice si riunirà il 3 luglio, in prima seduta pubblica, per avviare i lavori e definire la metodologia per la scelta delle proposte progettuali, basata sui seguenti criteri di valutazione:

  • qualità del progetto urbanistico – architettonico e ambientale;
  • soddisfacimento delle esigenze espresse dal Comune, con particolare riferimento alla presenza di servizi, viabilità e connessione con il contesto circostante al centro storico, per innescare processi di rigenerazione sociale;
  • soddisfacimento delle esigenze espresse dal Comune riferite alla sostenibilità economica del progetto;
  • presenza di aspetti di innovazione dell’intervento dal punto di vista architettonico, ambientale e di funzionalità (materiali, tecnologie).

Alla fine dei lavori della commissione si terrà una seduta pubblica, in cui sarà proclamato il vincitore e segnalati i 5 migliori progetti. Il vincitore del concorso riceverà un premio di 8mila euro. Al secondo classificato sarà corrisposto un premio di 3.500 euro, al terzo di 2mila euro.

I commenti sono chiusi.