Piazza Vecchia in verde, gli scatti più belli

Le fotografie vincitrici del concorso legato alla manifestazione "I Maestri del Paesaggio"

Giulia Simone

È l’inchino da acrobata, scattato dalla torinese Giulia Simone, ad aggiudicarsi il primo premio del concorso fotografico “Obiettivo sulla Piazza Verde e dintorni”, contest per appassionati promosso da Arketipos, Gardenia e Bell’Italia e sponsorizzato da Nikon che chiedeva di immortalare gli scorci e le situazioni più suggestive della kermesse “I Maestri del Paesaggio” del settembre scorso.

Il secondo posto è andato all’immagine di una mano indagatrice tra i cespugli della bergamasca Alberica Mapelli Mozzi, mentre lo scatto-medaglia di bronzo è stato realizzato da Anna Carminati. A seguire: Maria Chiara Briccola (Lurate Caccivio, Co), Giulia Bosio (Mornico al Serio), Alessio Ravasio (Treviolo), Fiorenzo Rondi (Alzano Lombardo), Alessandra Facchinetti (Dalmine), Alessandro Angeli (Ranica) e Antonio Gallucci (Osio Sopra) a pari merito con Marcello Parigi (Bergamo).

La giuria che ha valutato le fotografie era presieduta da Lello Piazza, giornalista esperto di fotografia, affiancato a Paolo Bellini, socio Arketipos, Leonardo Tagliabue, fotografo e Matteo Carassale, fotografo di giardini. Gli undici scatti selezionati saranno premiati sabato 5 dicembre alle ore 11  nella Sala Viscontea (ingresso dal passaggio Torre D’Adalberto, Colle Aperto).

«L’edizione 2015 del contest ha presentato due spunti particolarmente rilevanti, legati alle luci e alle inquadrature. Innanzitutto, la prima e la terza foto classificate hanno luci notturne. Una scelta stilistica generalmente spettacolare, resa possibile dai sensori delle fotocamere di ultima generazione che lavorano bene al buio. Per le inquadrature, invece, gli scatti saliti sul podio colgono un dettaglio della Piazza Verde. E certo, senza nulla togliere alla loro eccellente qualità, bisogna sottolineare che è più “facile” scorgere e raffigurare un bel dettaglio, che realizzare un’immagine di tutta la piazza. In ogni caso, i ragazzi, lo hanno saputo fare con acume, tecnica e sensibilità. Qualità che ogni fotografo dovrebbe avere», ha sottolineato Lello Piazza.

I commenti sono chiusi.