04ott

Start up e professionisti, riapre il bando Intraprendo

Dal 4 ottobre le domande di finanziamento alla Regione per le nuove attività. In primo piano il supporto per under 35 e over 50 usciti dal mondo del lavoro. In Ascom informazioni e assistenza

coworking

L’Assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Lombardia ha riaperto lo sportello del bando “Intraprendo”, per sostenere l’avvio di nuove imprese e attività professionali. Dal prossimo 4 ottobre sarà perciò possibile presentare le domande di contributo.

A disposizione oltre otto milioni di euro (8.432.823 euro, plafond comprensivo di una “lista d’attesa” pari al 20% della dotazione), derivanti dalle disponibilità residue della prima finestra e dalle somme liberate a seguito di rinunce.

La misura finanzia: micro, piccole e medie imprese iscritte e attive al Registro delle Imprese da non più di 24 mesi; liberi professionisti in forma singola che abbiano avviato la propria attività da non più di 24 mesi dalla presentazione della domanda; aspiranti imprenditori e aspiranti liberi professionisti.

L’agevolazione consiste in un mix di contributi a fondo perduto (10%) e in conto interessi (90%, con finanziamento a tasso zero) per un importo massimo di 65.000 euro.

Sono previste premialità per progetti presentati da giovani under 35 e over 50 usciti dal mondo del lavoro.

Le spese ammissibili riguardano: nuovo personale contrattualizzato, fino ad un massimo del 30% delle spese ammissibili; acquisto di beni strumentali nuovi o usati o a noleggio (hardware, macchinari, impianti, arredi, veicoli commerciali); acquisto di beni immateriali come marchi e brevetti, licenze di produzione di know how, costi di prototipazione; licenze software, fino ad un massimo del 20% delle spese ammissibili; affitto locali, fino ad un massimo di dodici mensilità di canone di locazione; servizi di consulenza non riferiti all’ordinaria amministrazione, fino ad un massimo del 25% delle spese totali ammissibili; scorte, fino ad un massimo del 10% delle spese totali ammissibili; spese generali forfettarie, fino ad un massimo del 15% delle spese di personale ammissibili.

Per essere ammessi all’intervento finanziario, i progetti devono aver ricevuto uno o più endorsement, ossia una dichiarazione a supporto della qualità dell’idea imprenditoriale/professionale oggetto della domanda. Tra i soggetti abilitati a rilasciare l’endorsement rientrano le Associazioni imprenditoriali. Per la concessione del finanziamento potrebbe inoltre essere necessario prestare fideiussione rilasciata da banche o intermediari finanziari come i Confidi.

Il bando riapre alle ore 12 del 4 ottobre 2017 sulla piattaforma online www.siage.regione.lombardia.it

L’Ascom di Bergamo è a disposizione per informazioni e assistenza nella predisposizione delle domande attraverso lo Sportello del Credito della cooperativa di garanzia Fogalco (ref: Matteo Milesi, tel. 035 4120210).

I commenti sono chiusi.