Agenti immobiliari, la formazione Fimaa fa centro

Il fitto programma di aggiornamento degli operatori si è soffermato sulle novità dei contratti agevolati e degli affitti brevi

Con il Contratto territoriale di Bergamo si aprono importanti opportunità per gli agenti immobiliari. È questa la prima novità emersa nel corso del seminario “Affitti brevi e contratti agevolati. Tutte le novità fiscali e operative” organizzato ieri, martedì 11 luglio, nella sala conferenze dell’Ascom di Bergamo dalla Fimaa provinciale.

Una platea di oltre cinquanta agenti immobiliari ha partecipato con particolare interesse alla conferenza, promossa per illustrare le novità introdotte dall’Accordo territoriale di Bergamo e spiegare i cambiamenti intervenuti in tema di affitti brevi. Le tematiche erano del resto “calde” per la categoria.

Il convegno si è aperto con l’intervento di Antonello Pagani, direttore di Appe Confedilizia Bergamo che ha illustrato l’accordo territoriale di Bergamo entrato in vigore il primo luglio e le novità da questo introdotte in tema di contratti di locazione agevolata. Di seguito, Eugenio Magno, fiscalista di Fimaa Italia, ha presentato le opportunità dei contratti di locazione a canone concordato e le nuove modalità operative per la gestione fiscale delle locazioni brevi.

Oscar Caironi, presidente Fimaa Ascom Bergamo e moderatore del convegno, ha sottolineato che «le importanti novità introdotte dall’accordo territoriale di Bergamo consentiranno di dare un servizio migliore e fare più contratti». In tema di affitti brevi, inoltre, ha ribadito l’impegno di Fimaa Bergamo a tutelare gli operatori del settore e a contrastare chi opera senza averne il titolo e senza professionalità», nella speranza «che il Governo modifichi la legge fatta su questo importante tema perché ci ha equiparato ai portali immobiliari».

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.