Giovani imprenditori agricoli, Bergamo è terza in Lombardia per nuove attività

Menzione speciale per il “Bù Cheese Bar” di Bergamo agli Oscar Green regionali

Nella foto: da sinistra Jacopo Bravi, direttore del Bù Cheese bar di Bergamo, Francesco Maroni e Luca Guerini soci Finlatt srl premiati oggi all’Oscar Green Lombardia con una menzione speciale

Nella foto: da sinistra Jacopo Bravi, direttore del Bù Cheese bar di Bergamo, Francesco Maroni e Luca Guerini soci Finlatt srl premiati oggi all’Oscar Green Lombardia con una menzione speciale

Con 38 nuove imprese agricole under 40 aperte nel primo trimestre 2017, la provincia di Bergamo si piazza terzo posto nel panorama regionale, dopo Brescia con 54 aziende e Pavia con 43. Seguono Sondrio con 35, Mantova con 26, Como con 22, Milano con 17, Cremona con 10, Varese con 9, Monza e Brianza con 7, Lecco e Lodi con 5 a testa. A sottolineare il dinamismo del settore agricolo provinciale è Coldiretti Bergamo,  in occasione della consegna degli Oscar Green regionali che si è tenuta questa mattina all’Acquario Civico di Milano, alla presenza di oltre cento giovani agricoltori di tutte le province lombarde. “I progetti presentati questa mattina – evidenzia Daniele Filisetti, Delegato di Coldiretti Giovani Impresa Bergamo – sono la dimostrazione di come i giovani agricoltori stiano portando creatività e innovazione nel settore. Le novità non riguardano solo gli aspetti tecnologici, ma anche nuovi modi di porsi ai consumatori, di reinterpretare in chiave moderna le tradizioni e la capacità di superare l’individualismo dando vita a progetti di filiera che coinvolgono varie realtà”.

E’ quanto ha fatto il bergamasco Francesco Maroni (della società FINLATT srl) che con alcuni soci ha dato vita a un nuovo modo di far conoscere e degustare i formaggi tipici del territorio e non solo con il “Bù Cheese Bar” aperto nel cuore di Bergamo e che questa mattina durante la premiazione degli Oscar Green ha ricevuto una menzione speciale per l’originalità del suo progetto. Un riconoscimento che va ad aggiungersi a quello di miglior cheese bar ottenuto nel 2016 agli Italian Cheese Awards. “L’idea è nata per valorizzare la produzione della Latteria sociale di Branzi – spiega Francesco – una realtà storica della provincia di Bergamo, ma collaboriamo anche con altre numerose aziende agricole”. Il legame con il territorio e la qualità dei formaggi serviti emerge anche dal nome: “Bù” è infatti un termine dialettale che significa “buono”.

Nella Bergamasca le aziende agricole under 40 sono 605, rappresentano il 12,3 % delle aziende agricole totali e spaziano dall’agriturismo alla coltivazione di frutta e piccoli frutti, dall’allevamento bovino con caseificio aziendale alla viticoltura, dall’allevamento delle capre o degli asini alla coltivazione di antiche varietà di cereali. Coldiretti Bergamo evidenzia che le aziende agricole oggi sono in mano a ragazzi sempre più preparati e motivati, supportati da una grande passione. La maggior parte di loro ha conseguito titoli specifici (perito agrario, agrotecnico, scienze agrarie, viticoltura ed enologia), ma non mancano meccanici, geometri, avvocati, esperti di pubbliche relazioni e ingegneri che nonostante studi non agricoli hanno scelto il “ritorno alla terra”.

In occasione delle premiazioni dell’Oscar Green è stata presentata anche “TerraInnova”, l’applicazione per smartphone rivolta a tutti gli imprenditori agricoli per rimanere sempre aggiornati. “TerraInnova” è fruibile da dispositivi mobili Android e IOS ed è ideata per supportare le attività delle aziende agricole attraverso una serie di specifici servizi integrati in un unico sistema sempre a portata di mano. Tra le varie utilità, oltre agli aggiornamenti sulla PAC e sui listini prezzi, è possibile consultare il meteo, le news e gli eventi del mondo agricolo, mentre una specifica sezione permette agli agricoltori di verificare la fattibilità della propria idea imprenditoriale alla luce delle opportunità offerte dal Programma di Sviluppo Rurale.

 

I commenti sono chiusi.