“Bolkestein”, a Bergamo riassegnati i posteggi nei mercati. Ecco le graduatorie

In tutto rinnovate le concessioni per 604 aree, compresi posteggi isolati, fiere, chioschi ed edicole

1702 mercato bergamo stadio (1)

Il Comune di Bergamo ha completato l’iter per il rinnovo delle concessioni di suolo pubblico in mercati, posteggi isolati, fiere, chioschi ed edicole, in attuazione della Direttiva 2006/12/CE,  Direttiva Servizi, meglio conosciuta come Direttiva Bolkestein.

Le domande presentate entro il termine previsto del 4 maggio sono state 488, alcune delle quali hanno riguardato più aree. Il totale delle aree da concedere era di 627, mentre gli spazi assegnati sono stati 604, poiché sono state presentate richieste per aree non disponibili o non è stato indicato il posteggio per il quale si intendeva concorrere o, ancora, per qualche area non è stata presentata alcuna domanda.

È ammessa istanza di riesame delle graduatorie da presentare al Comune entro il 20 giugno 2017. Sull’istanza il Comune si pronuncerà entro i successivi 15 giorni e l’esito sarà pubblicato il medesimo giorno (5 luglio 2017).

>>Le graduatorie

 

4 commenti a "“Bolkestein”, a Bergamo riassegnati i posteggi nei mercati. Ecco le graduatorie"

  1. Giuseppe  6 giugno 2017 alle 16:50

    Sarebbe buona informazione dichiarare che le concessioni, rilasciate e non rinnovate (vi è molta differenza) lo saranno per soli 12 anni, dopo di che niente piu’ con perdita progressiva e totale del valore della concessione che ognuno degli operatori ha investito …. Non si può dire un ottima soluzione!!!!!

    Rispondi
  2. Mauro Dolci  7 giugno 2017 alle 11:54

    Siamo in dirittura d’arrivo.
    Fatto il bando, tutti i concessionari uscenti si vedranno rilasciare la nuova concessione per i prossimi 12 anni, e fra 12 anni, al prossimo bando, gli indirizzi per le nuove concessioni saranno gli stessi usati per questo bando, è scritto chiaramente nella legge regionale lombarda.
    Fatti concreti non parole al vento.
    Mauro Dolci

    Rispondi
  3. David  7 giugno 2017 alle 23:45

    Mauro Dolci mi potrebbe dare il link dove sia possibile leggere la legge regionale lombarda? Perchè io so che esiste un’intesa Stato/Regione dove si stabilisce che il diritto di professionalità deve essere, eventualmente, riconosciuto soltanto in fase di prima attuazione il che esclude la possibilità del 12+12. Mi scusi la mia ignoranza ma tale intesa è preponderante e quindi non derogabile se non in maniera restrittiva da parte delle regioni. Se mi fa questa cortesia posso documentami meglio. Grazie

    Rispondi
  4. Mauro Dolci  8 giugno 2017 alle 13:46

    Legge regione lombardia n. 10/2016
    Art. 23 comma 1 bis

    Rispondi

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.