Nuove tariffe Siae, l’Ascom apre uno sportello e fa risparmiare

La scadenza per i pagamenti slitta al 24 marzo. Comotti (Ascom): «Nei nostri uffici possibile calcolare i nuovi importi e valutare quali sono più economici. Con gli abbonamenti tutto compreso si può risparmiare»

music-barLa scadenza per il  pagamento dell’abbonamento Siae che interessa bar, ristoranti, locali e pizzerie, prevista per il 28 febbraio, slitta al 24 marzo. Ma attenzione, le tariffe cambiano. Il nuovo accordo per la musica d’ambiente tra Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) e Siae ha introdotto un nuovo sistema di calcolo degli importi che mira a rendere i conteggi più oggettivi.
Per assistere i gestori nel calcolo delle nuove tariffe e aiutarli a risparmiare, l’Ascom ha attivato un servizio di consulenza.
«Per tre anni, se non si hanno variazioni rispetto all’anno scorso, si potrà pagare il vecchio importo – spiega Andrea Comotti, responsabile dell’Area gestionale e del servizio di consulenza -. Chi ha modificato la composizione degli apparecchi presenti nel proprio locale e/o vuole usufruire del nuovo sistema dovrà dichiararlo con tempestività alla Siae e procedere al ricalcolo della tariffa per il 2017.
In questi  giorni Siae sta spedendo in automatico i MAV 2017 con le vecchie tariffe.
«Consigliamo di non pagarli e di venire con tempestività nei nostri uffici per calcolare i nuovi importi e valutare quali sono più economici – avverte Comotti – . In generale, le nuove tariffe dovrebbero rivelarsi meno costose per i locali di piccole dimensioni e scegliendo gli abbonamenti tutto compreso si può risparmiare».

I cambiamenti previsti riguardano diversi aspetti.  La novità principale è che la tariffa non viene più calcolata in base alla categoria del locale, ma rispetto alla superficie di somministrazione, cioè l’area destinata al servizio ai clienti che di solito è riportata sulla Scia o sull’autorizzazione. Non vengono conteggiati magazzini, cucine, depositi, locali di lavorazioni.
I locali sono suddivisi in tre fasce: fino a 75mq, parametro che interessa la maggior parte dei pubblici esercizi e che prevede la tariffa più bassa; da 76 a 250mq e da 251 a 500 mq.

Andrea Comotti

Andrea Comotti, responsabile dell’Area gestionale dell’Ascom di Bergamo

«Un’altra novità importante – sottolinea Comotti – è che chi ha nel locale più monitor, altoparlanti e sistemi multimediali può risparmiare scegliendo l’abbonamento tutto incluso (flat): solo audio se non ci sono TV e monitor; audio-video se ci sono anche TV e monitor».

Le tariffe cambiano anche per le aree esterne: l’importo ora viene calcolato con una maggiorazione del 10% sull’importo della tariffa relativa all’interno del locale per le aree fino a 50metri quadrati e del 20% per le aree di superficie maggiore. Infine, da quest’anno si potrà pagare l’abbonamento on line registrandosi sul portale Siae dedicato alla Musica d’Ambiente, senza doversi recare preso i loro uffici.
Per il pagamento dell’abbonamento SCF la scadenza è fissata al 31 maggio, ma è possibile pagare entrambi in una unica soluzione, sia attraverso il portale sia agli sportelli Siae.

Lo sportello di consulenza Ascom è a disposizione gratuitamente alla sede di via Borgo Palazzo, al piano terra, dal lunedì al venerdì. Basta presentarsi con i dati relativi proprio locale: numero di metri quadrati dell’area destinata alla somministrazione, eventuali metri esterni con filodiffusione (entrambi sono riportati sulla Scia/autorizzazione), numero e tipo di strumenti utilizzati nel locale e copia della fattura SIAE del 2016. Sempre allo sportello può essere richiesto il modulo sconto Fipe per pagare una tariffa ridotta.

Per informazioni: Ascom Sistemi gestionali tel. 035.4120325 – gestionale@ascombg.it.


Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.